Tutelati con un’assicurazione viaggi


Quando si parte per una vacanza o per lavoro, è sempre importante pensare alla propria sicurezza e a quella dei propri cari…

Stipulare un’assicurazione viaggi online è decisamente la scelta più opportuna!

Quante volte vi è capitato di sentire notizie riguardanti lo smarrimento dei bagagli in aeroporto?


Certo, sono inconvenienti che si spera sempre di evitare, ma purtroppo da questo punto di vista non si è mai troppo sicuri quando si viaggia.

Durante il soggiorno all’estero può capitare (anche se si spera sempre non accada a noi…) di infortunarsi e dover ricorrere ai servizi sanitari; in merito a questo argomento, non si sa mai cosa possa aspettarci: alcuni paesi hanno dei costi sanitari veramente altissimi (ne sono un esempio gli Stati Uniti) ed un semplice sinistro potrebbe trasformarsi in un problema finanziario non indifferente!

Nessuno ha voglia di partire con il pensiero di non poter stare tranquillo, né tantomeno di farsi rovinare la vacanza da un incidente di questo tipo; perciò vi consigliamo di stipulare una polizza assicurativa che sia quella più adatta alle vostre esigenze, in modo da poter partire in massima sicurezza e senza preoccupazioni.

Rivolgendoti al mondo del web, potrai trovare dei siti veramente affidabili ed efficienti in cui cercare i prezzi più convenienti e scegliere la polizza che fa per te.


Le garanzie per la casa e per la famiglia di Genialloyd

Genialloyd propone tre prodotti che possono servire a riparare, se non del tutto almeno parzialmente, la famiglia da eventuali imprevisti.

Il primo è la Garanzia assistenza casa, dove Genialloyd mette a disposizione della famiglia il primo intervento di artigiani qualificati (idraulico, elettricista, fabbro) in caso di necessità e arrivando a coprire una somma di massimo 300 euro, con un servizio che dura ventiquattro ore su ventiquattro.

Il secondo è la Garanzia tutela legale famiglia, e consente di avere una tutela legale in diverse situazioni non valida solo per l’assicurato ma anche per il partner e per i familiari conviventi. Tra le situazioni si possono trovare l’azione per ottenere risarcimento in ambito civile per atti illeciti da parte di terzi contro cose, persine o animali, e le controversie relative a contratti che sono stati conclusi dagli assicurati, con un valore che però non può superare i 1500 euro.

Il terzo e ultimo prodotto della serie è la tutela casa, che protegge l’assicurato in occasione di controversie relative alla proprietà dei locali assicurati, tra cui l’azione in sede civile per i danni subiti dall’immobile assicurato da terzi.

Oggi come oggi è una cosa buona fare un’assicurazione per la casa e per la famiglia: basta vedersi intorno per capire quanto spesso possano capitare furti o altre controversie che rischiano di inficiare molto sui nostri sacrifici.

Una cosa buona di Genialloyd è quella di aver fornito una vasta gamma di situazioni in cui essere protetti: una cosa in cui deficitano le offerte sono i massimali, talvolta bassi (es. i 1500 euro relativi ai contratti conclusi)

Toro Tutela Evolution: protezione infortuni per tutti

Toro Tutela Evolution è l’innovativo prodotto della storica compagnia assicurativa, pensato per proteggere dagli infortuni tutta la famiglia. Questa polizza si caratterizza per la sua struttura modulare, che consente all’assicurato di costruire un’assicurazione personalizzata, adattandola alle sue specifiche esigenze.

Tutela Evolution assicura una copertura completa contro gli infortuni, tanto per l’assicurato quanto per i suoi familiari.
Concretamente, Toro Evolution prevede il rimborso di una somma proporzionale al grado di invalidità permanente che venisse accertata in seguito ad un infortunio.

In caso di morte, Toro corrisponde l’intero ammontare del capitale anche agli eredi o ai beneficiari, permettendo di scegliere tra la liquidazione dell’importo in un’unica soluzione e la conversione in una rendita erogata a rate pagate a scadenze prefissate.

L’assicurato può inoltre scegliere di inserire nel contratto di Toro Tutela Evolution una serie di clausole facoltative che prevedono il rimborso di tutte le spese sanitarie fino al raggiungimento di un massimale prestabilito al momento della firma. Parimenti, è possibile ottenere un’indennità diaria per ogni giorno di inabilità temporanea, convalescenza, ricovero o ingessatura.

Tutela Evolution prevede copertura anche nel caso di decesso o invalidità permanente dovute ad eventi sismici. Concretamente, il massimale offerto per l’eventualità di un infortunio dovuto ad un terremoto ammonta a 250 mila euro.

Aggiungendo al pacchetto assicurativo anche l’opzione ‘Assistenza‘ si avrà la possibilità di aggiungere all’erogazione di un sussidio economico in caso di malattia / infortunio anche prestazioni sanitarie aggiuntive, come l’invio di medici generici / infermieri a domicilio, un servizio di consulenza specialistica, il rientro sanitario, le spese di viaggio per un familiare per l’assistenza.

L’utilità dell’assistenza sanitaria all’estero

Essere assicurati contro gli infortuni e le malattie, specialmente per alcuni Paesi esteri, è sicuramente la scelta migliore da adottare.

Può capitare, infatti, che anche il semplice cambio di clima e di aria provochi dei disturbi, per i quali sarebbe necessario spendere dei soldi, spesso troppi, in quanto alcuni Paesi hanno dei costi sanitari veramente elevati.

Gli Stati Uniti ne sono l’esempio principale, per il fatto che una semplice frattura al braccio, ad esempio, può essere veramente molto costosa ed un’operazione per l’appendicite può richiedere anche più di 10.000 euro e rovinarsi la vacanza con degli incidenti simili non è certo il massimo.

Per quanto riguarda l’Europa, invece, la situazione è diversa: per i Paesi dell’Unione Europea sarà sufficiente presentare la tessera sanitaria (una tessera magnetica contenente tutti i dati personali del cittadino) per avere diritto a tutte le cure, alle quali ha diritto ciascun cittadino residente.

E’ importante, però, ricordare che non tutti i Paesi dell’UE coprono per intero le spese sanitarie, quindi è sempre buona norma informarsi, prima di partire, in maniera approfondita sulle differenti coperture offerte da ciascun Paese e dai vari tipi di polizze.

A proposito di coperture assicurative

Informarsi bene sui dettagli e sulle coperture fornite dalle diverse polizze assicurative dovrebbe diventare una priorità per chiunque stia per intraprendere un viaggio.

Infatti, partire senza avere la piena conoscenza di queste caratteristiche o, addirittura, senza aver stipulato un’assicurazione ad hoc, può comportare dei rischi notevoli.

Sono numerosi i casi verificatisi di viaggiatori che, convinti di avere diritto ad un risarcimento a seguito di spese sostenute per incidenti, hanno dovuto spendere ingenti somme di denaro senza riuscire a riavere mai indietro i loro soldi.

Per tale motivo, è sempre importante indagare a fondo su quelle che sono le diverse coperture delle assicurazioni viaggio: in merito a queste, potrete trovare tutti i dettagli sui siti web delle principali compagnie assicurative che svolgono il loro servizio online nel modo più efficiente.

Le principali esclusioni dalle coperture riguardano le malattie psichiatriche e croniche, gli incidenti causati dall’abuso di farmaci o alcolici, gli infortuni derivanti dalla pratica di sport pericolosi e i sinistri subiti in seguito a calamità naturali.

In caso di infortunio, l’assicurato dovrà avvisare immediatamente la propria compagnia assicurativa di riferimento e ricordarsi di farsi rilasciare una ricevuta per ogni spesa sostenuta al riguardo, in modo da poterla dimostrare (tramite scontrini e ricevute) una volta che tornerà a casa.

L’assicurazione viaggio all’estero

Prima di partire, per vacanza o per lavoro, ricordati dell’esistenza di assicurazioni viaggio che sono in grado di fornirti una copertura ottimale ad un prezzo assolutamente conveniente.

Non essere imprudente, non si può mai sapere cosa possa accadere durante un viaggio: la polizza ti copre per tutta la durata della tua permanenza all’estero, così non dovrai preoccuparti degli eventuali incidenti di percorso.

E’ normale e molto frequente che le persone non pensino a questo particolare o si dimentichino: infatti, nel momento in cui si organizza una vacanza si organizza tutto, ma la stipulazione di una polizza assicurativa passa spesso in secondo piano.

Ricordati che, purtroppo, gli incidenti (più o meno gravi) durante un viaggio sono frequenti e alcuni, che possono sembrare “innocui”, si potrebbero trasformare in problemi particolarmente seri. Un caso da prendere in esempio è l’assistenza sanitaria, che in alcuni Paesi è costosissima.

Dunque, perchè mai correre questi rischi e non godersi la vacanza in massima serenità?

Stipula un’assicurazione viaggio online: rivolgiti alle migliori compagnie assicurative per avere tutte le informazioni al riguardo.

Risarcimento Rc auto in forma specifica con riduzione del premio

Sconto fino al 10%.

Una compagnia di assicurazione, in materia di risarcimento del danno Rc auto, può avvalersi della formula del cosiddetto risarcimento in forma specifica. Trattasi in pratica di riparare l’auto danneggiata presso officine convenzionate.

Il tutto però a patto che la compagnia lo comunichi entro il 20 dicembre di ogni anno escludendo il 2014 per il quale il termine è fissato al 30 gennaio prossimo. Questo è quanto, tra l’altro, ha approvato il Governo nell’ambito di un pacchetto di misure a tutela dei contraenti l’Rc auto.

L’impresa che effettua il risarcimento in forma specifica deve in particolare comunicarlo entro i termini previsti all’Ivass, l’Istituto per la Vigilanza sulle assicurazioni. Ma cosa ci guadagna l’assicurato con il risarcimento in forma specifica? Ebbene, per l’assicurato che all’atto della stipula della polizza accetta tale formula ha diritto ad una riduzione del premio pari ad almeno il 5%.

Inoltre, la riduzione balza almeno al 10% in quelle aree dove sono più frequenti le frodi ai danni delle compagnie di assicurazioni. Queste aree, riferisce altresì la Presidenza del Consiglio dei Ministri con una nota, saranno determinate dal MiSE, il Ministero dello Sviluppo Economico, tenendo conto dei seguenti parametri: il numero dei sinistri denunciati, l’ammontare dei rimborsi ed il numero delle frodi che sono state accertate dall’autorità giudiziaria.

Quella del risarcimento in forma specifica è una formula opzionale per la compagnia come per l’assicurato. Questo significa che, a fronte della rinuncia allo sconto sul premio, l’assicurato potrà continuare a sottoscrivere Rc auto e, in caso di sinistro con vettura da riparare, continuare a farsi aggiustare l’auto presso il proprio carrozziere di fiducia, presentare la fattura alla compagnia e farsi liquidare il danno.

Queste nuove misure introdotte dal Governo non piacciono però alle piccole carrozzerie indipendenti che temono che il mercato dell’autoriparazione sia indirettamente controllato dalle compagnie che affideranno i lavori ad un numero ristretto di soggetti.

Risarcimenti Rc auto, stretta sui falsi testimoni

Tutte le novità del Governo

In caso di sinistri Rc auto sarà più difficile costruire prove testimoniali a proprio favore in maniera fraudolenta. Questo dopo che il Governo nei giorni scorsi in materia di Rc auto, tra l’altro, ha fissato come principio base quello per cui l’identificazione dei testimoni non può avvenire in una fase successiva alla denuncia del sinistro o alla richiesta di risarcimento del danno.

Ed il tutto comunque fatte salve quelle che sono le risultanze emerse dai verbali a cura delle Forze dellOrdine. Inoltre, per i testimoni ricorrenti scatta la segnalazione alla Procura della Repubblica competente. Questo accade in particolare quando negli ultimi tre anni un testimone è stato chiamato in ballo in almeno tre cause che hanno a che fare con l’infortunistica stradale.

Contestualmente, riferisce altresì la Presidenza del Consiglio con una nota, il Governo ha alzato da cinque a dieci i giorni utili durante i quali in caso di sinistro la compagnia di assicurazione può effettuare i rilievi ai fini della valutazione del danno nell’ambito di una richiesta di risarcimento.

Le misure elencate in materia di Rc auto rientrano nell’ambito delle azioni a contrasto delle frodi ai danni delle compagnie di assicurazioni. Ma il Governo ha anche introdotto novità che, si spera, dovrebbero contrastare anche il caro Rc auto.

Per esempio, il Governo ha disposto che una compagnia di assicurazione può liberamente proporre l’Rc auto con la scatola nera a patto che lo sconto applicato rispetto alla copertura senza black box sia pari almeno al 7%.

Lo sconto minimo applicato per Legge sulle assicurazioni con la scatola nera rischia di essere però solo uno specchietto per le allodole in quanto le compagnie scaricheranno sugli assicurati i costi di gestione delle black box. Questa, in particolare, è la posizione del Codacons.

Assicurazioni rami danni, i dati ufficiali gennaio-settembre 2013

Il Rapporto Ivass.

Aumenta a due cifre la raccolta premi ramo vita mentre cede il passo il settore danni. E’ questa, relativamente ai primi nove mesi del corrente anno, la fotografia che è stata scattata dall’Ivass, Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni, con il Rapporto relativo ai “Premi lordi contabilizzati a tutto il terzo trimestre 2013 dalle Imprese di assicurazione nazionali e dalle Rappresentanze per l’Italia delle imprese di assicurazione estere“.

Nel dettaglio, dal mese di gennaio al mese di settembre 2013 la raccolta premi, attestatasi a 86.156,6 milioni di euro, ha fatto registrare un aumento anno su anno del 13,9%. Disaggregando i dati, nel periodo la raccolta ramo vita, a 62.168,3 milioni di euro, è cresciuta anno su anno del 22,3% mentre i premi ramo danni, a 23.988,3 milioni di euro, hanno fatto registrare una diminuzione del 4,7%.

Inoltre, considerando per il ramo danni il solo comparto dei premi “rami R.C. autoveicoli terrestri e R.C. veicoli marittimi”, il calo anno su anno si attesta al 6,2%. Questa discesa non è solo imputabile alla riduzione delle tariffe, ma anche al minor uso del mezzo da parte degli automobilisti in virtù dei maggiori costi di gestione che non riguardano solo la Rc, ma anche il carburante e le spese di riparazione ordinarie e straordinarie. Poi inoltre, come più volte fatto presente dall’ACI, c’è da considerare il fatto che ci sono in Italia circa quattro milioni di veicoli che circolano senza assicurazione.

La piaga dell’evasione Rc auto è alimentata non solo da chi vuole fare il furbo, ma anche da chi ha bisogno di spostarsi con un mezzo ma non ha la possibilità economica di pagare l’Rc auto che, specie nelle Regioni del Sud, annualmente spesso supera i mille euro l’anno. E lo stesso dicasi, in Campania come in Calabria ed in Sicilia, per assicurare le moto ed i veicoli commerciali.

Controllo Rc auto con autovelox

Evadere sarà più difficile.

Chi viaggia in strada non deve temere l’autovelox solo per la velocità. In futuro, infatti, dispositivi per la rilevazione ed il controllo della velocità come l’autovelox ed il tutor funzioneranno anche come strumenti contro l’evasione Rc auto.

Con il controllo elettronico, dalla targa, sarà infatti possibile verificare se l’auto è assicurata sull’obbligo della responsabilità civile. Trattasi di un altro passo importante verso, si spera, un calo delle tariffe visto che coloro che viaggiano senza copertura avranno vita sempre più difficile nello schivare i controlli.

In futuro peraltro anche il tagliando cartaceo dell’assicurazione andrà in pensione per lasciare spazio al contrassegno elettronico, ovverosia a quello dematerializzato. La tecnologia contribuirà a far calare i prezzi dell’Rc auto? Gli automobilisti lo sperano dopo che le tante liberalizzazioni del passato non hanno purtroppo sortito gli effetti sperati.