Assicurare una Vespa d’Epoca

FAI SUBITO UN PREVENTIVO GRATUITO!


Se hai una Vespa d’Epoca che tenevi in un deposito e che hai restaurato oppure se sei un appassionato e stai per acquistarne una, devi pensare anche all’Assicurazione. La prima Vespa della storia è nata da una rielaborazione del prototipo MP5, detta “Paperino”, nato per volontà del figlio del fondatore della Piaggio nel 1946. L’ingegnere Corradino d’Ascanio la progettò ma, non soddisfatto, la rielaborò immediatamente dando vita al prototipo MP6, con la forma di una Vespa e da questo iniziò il mito di questa moto, un 98 cc con il faro basso, posizionato sul parafango della moto, la stessa usata nel film “Vacanze Romane”. Da allora, in 70 anni di storia di questa due ruote, sono stati prodotti decine e decine di modelli diversi che oggi hanno interesse per appassionati e collezionisti e anche un valore interessante.


Assicurare una Vespa d’Epoca costa esattamente come qualunque altra moto, in funzione dell’attestato di rischio del proprietario e della Provincia di residenza, nonché della sua cilindrata. Una moto d’Epoca si definisce tale se ha un’età minima di 30 anni e molte assicurazioni prevedono condizioni di favore per la polizza RC di questo tipo di veicoli ma quasi tutte consentono tali condizioni con il presupposto che la Vespa d’Epoca sia iscritta ad un registro apposito dei veicoli d’Epoca e che sia conforme alle norme di circolazione. In genere è richiesta l’iscrizione al FMI ( Federazione Motociclistica Italiana) oppure al ASI (Automotoclub Storico Italiano) in quanto l’iscrizione a tali organizzazioni garantisce all’assicurazione i requisiti di veicolo d’Epoca. I costi sono variabili ma considerabili intorno ai 150 Euro annuali cui occorre aggiungere il costo di iscrizione che si aggira sui 100 Euro annuali. Fai due conti rispetto alla convenienza, in diversi casi conviene fare un’assicurazione normale.


Lascia un commento