Assicurare un’auto da 150CV: Quanto costa?

FAI SUBITO UN PREVENTIVO GRATUITO!


Il mercato dell’auto è talmente vasto che spesso la soggettività, per l’estetica, per la marca, perché un’auto fa più moda di un’altra, gioca un ruolo di primo piano nella scelta e talvolta si dimenticano altri dati che forse sono più importanti. Oggi quasi tutte le auto sul mercato puntano molto sulla connettività ma anche sulla sicurezza. Certamente al top di gamma delle varie Case automobilistiche si trovano allestimenti che rappresentano il massimo della tecnologia disponibile applicata alle auto ma anche su modelli minori non esiste più la classica auto come tanti anni fa, supereconomica, costituita da un volante con quattro ruote. Oggi le auto, anche quelle di segmento inferiore, hanno a bordo sistemi tecnologici soprattutto dedicati alla sicurezza, che un tempo erano semplicemente inimmaginabili. Nella scelta dell’auto, le persone oculate, cercano il giusto compromesso tra il massimo delle possibilità tecnologiche e il minimo indispensabile, con un occhio anche ai costi di esercizio oltreché al costo d’acquisto.


Uno dei costi di esercizio di cui certamente occorre tenere conto è il costo dell’assicurazione, dato per il quale molti si orientano su un’auto di cilindrata, o più propriamente, di potenza limitata, compatibilmente con le esigenze di utilizzo. Certamente chi usa l’auto prevalentemente per viaggi lunghi, come i rappresentanti o altre categorie che viaggiano praticamente da mattino a sera, sceglierà un’auto di una certa potenza e confortevole, magari con opzionali di mantenimento corsia o Cruise Control, anche se questo significa esporsi a costi maggiori. Se si sceglie una vettura intorno ai 2000cc di cilindrata, ci si troverà con ogni probabilità tra le mani un’auto con una potenza di 150 Cavalli, questa volta effettivi, non intesi come cavalli fiscali.

Peraltro, ormai, molte assicurazioni non considerano più come parametro i cavalli fiscali bensì la reale potenza dell’auto, maggiormente coerente con il reale rischio assicurativo. Comunque è praticamente impossibile dare indicazione sufficientemente attendibile rispetto al costo della polizza, troppi altri parametri incidono in maniera sensibile sul costo finale, il più importante dei quali è sicuramente la classe di merito ma anche l’area geografica, lì’età del proprietario, le persone che possono mettersi al volante, la professione eccetera. In media si può considerare congruo, per una prima classe di merito, guidatore esclusivo 50enne, in una Regione del Nord Italia, un premio intorno ai 750 Euro all’anno, che si moltiplicano anche del 150% per classe di merito alta. Così, chi

possiede, ad esempio una SEAT Leon 2.0 TDI o una BMW 320d Eletta, o altre auto del medesimo segmento, deve mettere in conto anche un costo assicurativo in linea con l’auto scelta.


Lascia un commento