Assicurazione guida esperta: Cos’è e come funziona?

FAI SUBITO UN PREVENTIVO GRATUITO!


Banche, Commercialisti e Assicurazioni sono certamente le tre attività maggiormente legate alla matematica, se si escludono le attività accademiche, naturalmente. Le Banche, ovviamente, lavorano sulla contabilità, interessi e quant’altro legato all’amministrazione del denaro, più p meno altrettanto fanno i Commercialisti alle prese con bilanci, dichiarazioni dei redditi, amministrazione di imprese ma sicuramente nessuna attività come le assicurazioni si basa sulla statistica.

FAI SUBITO UN PREVENTIVO GRATUITO!


Il principio fondamentale su cui funzionano le assicurazioni è il rischio che già dal nome evoca la possibilità che si verifichi un certo evento, che può capitare come no. Ecco che in mancanza di certezze viene in soccorso la statistica che analizza gli eventi accaduti relazionati al totale delle possibilità che questi potessero accadere e da questo si ricava la percentuale di rischio, cioè la possibilità ogni 100 possibilità che si verifichi il fatto sotto analisi. In altre parole più semplici, se so che su 1000 motorini di cilindrata 50cc circolanti nel corso dell’anno 100 hanno avuto incidenti, si avrà un rischio del 10%. Al contrario, su 1000 moto di 500cc di cilindrata solo 10 hanno avuto incidenti, allora il rischio è dell’1%. Ne consegue che il premio assicurativo per i cinquantini, tolte altre considerazioni di rischio diverso, sarà più caro che per l’altra categoria di moto.

Detto questo, può essere anche intuitivo, senza fare analisi statistiche, che un guidatore alle prime armi avrà maggiore possibilità di provocare un incidente o semplicemente non riuscire ad evitarlo rispetto a chi guida da molti anni. Non poteva sfuggire alle Assicurazioni questo aspetto e per questo molte compagnie propongono polizze appositamente studiate per guidatori esperti, offrendo loro una riduzione del premio, proprio perché minore è il rischio che restino coinvolti in incidenti con costi per l’assicurazione. Possono esserci molti nomi per queste polizze, la fantasia si sbizzarrisce, ma sono generalmente conosciute come “Assicurazioni Guida Esperta”. I limiti di età variano a seconda delle compagnie, alcune considerano esperto già un guidatore di 25 anni, altre di 30 ma tutte inseriscono nelle condizioni che l’auto sia guidata da tale persona.

Qui nasce l’aspetto negativo dell’assicurazione guida esperta: se l’auto viene guidata da una persona non esperta e si subisce un sinistro, l’Assicurazione può rivalersi sull’assicurato chiedendo la restituzione, in parte o in toto, del risarcimento erogato, in quanto si è contravvenuto alle condizioni di stipula. Occorre, quindi, considerare attentamente le proprie esigenze di uso dell’auto prima di sottoscrivere questo tipo di polizza.

Lascia un commento