Assicurazione sanitaria obbligatoria?

FAI SUBITO UN PREVENTIVO GRATUITO!


Si sta sviluppando un ampio dibattito relativo all’opportunità di rendere obbligatoria un’assicurazione sanitaria a copertura dei costi che si rendono evidenti e inevitabili nelle situazioni di malattia grave e invalidante che limita o toglie l’autosufficienza. In Germania da oltre vent’anni vige un simile sistema, un’assicurazione sanitaria obbligatoria su base contributiva che interviene nel caso si rendano necessarie cure, assistenza o un supporto domestico a seguito di malattia invalidante. In Italia la sostenibilità da parte del Sistema Sanitario Nazionale diventerà sempre più difficile con l’aumento dell’aspettativa di vita e l’invecchiamento della popolazione ma il dibattito verte anche sulla possibilità legislativa di rendere obbligatoria questa forma di assicurazione sanitaria. Infatti, i principi Costituzionali impongono a carico dello stato il dovere di tutelare la salute dei cittadini e conferisce a questi ultimi il diritto alla salute e alle cure a carico dello Stato.

Peraltro lo Stato stesso incassa tributi per finanziare il funzionamento del Sistema Sanitario e porre l’obbligo di un’assicurazione sanitaria significherebbe abdicare ad un dovere e anche, a quel punto, quantomeno ridurre significativamente il tributo per il Sistema sanitario che non fornirebbe più un pezzo di assistenza che sarebbe obbligato a dare. In sostanza, mettere l’obbligo di assistenza sanitaria non può e non deve essere un costo aggiuntivo per i cittadini, lo Stato dovrebbe lasciare più denaro nelle tasche della gente con un minore prelievo fiscale per destinare tali risorse all’assicurazione. Da valutare, infine, il problema dell’accesso all’assicurazione obbligatoria da parte dei milioni di disoccupati, poveri e indigenti nel nostro Paese.

Lascia un commento