Assicurazioni malattia in incremento ma cosa conviene?

FAI SUBITO UN PREVENTIVO GRATUITO!


Le statistiche indicano un progresso nelle polizze assicurative relative al rischio malattia ma spesso le polizze sottoscritte, in realtà, hanno un’utilità relativa. La prima domanda da porsi è su cosa vogliamo essere tutelati. Se si ha bisogno di un esame conosciamo bene i tempi biblici per ottenere una visita o una banale ecografia, in barba alla prevenzione e alle diagnosi precoci ma se il medico ha un sospetto fondato e ritiene che il protrarsi dei tempi potrebbe essere dannoso per la salute del paziente o addirittura pericoloso, apporrà l’urgenza sulla prestazione e questa sarà erogata in tempi brevi. Analogamente se si tratta di un’urgenza, le strutture pubbliche garantiscono questo tipo di intervento e tutte le cure mediche e chirurgiche necessarie.

In Italia, a parte casi sporadici di mala sanità, questa è di alto livello, negli ospedali pubblici in genere superiore alle cliniche private. Per questa ragione ha poco senso stipulare una polizza che sia limitata a questi aspetti diagnostici. E’ importante, invece, darsi tutela rispetto ai gravi eventi di malattia che possono far perdere in toto o in parte la capacità di produrre reddito, con l’erogazione da parte dell’assicurazione di un risarcimento in caso di invalidità parziale o totale conseguente alla malattia. Questo è il rischio maggiore da cui bisogna proteggersi, il risarcimento di esami e visite è una cosa che può avere un’utilità ma rinunciabile, soprattutto a fronte di costi di polizza di una certa entità.

Lascia un commento