Barriere protettive a bordo strada

FAI SUBITO UN PREVENTIVO GRATUITO!


Tutti noi conosciamo molto bene le barriere protettive a bordo strada, i cosiddetti Guard Rail. Questi vengono posizionati con più scopi diversi: il principale è evitare che i veicoli oltrepassino la sede stradale con il rischio di finire in scarpate, precipizi, fossi e quant’altro che potrebbero costituire un sicuro aggravamento delle conseguenze dell’incidente stradale ma hanno anche la funzione di evitare che ciclisti e pedoni siano sottoposti allo stesso rischio. Una terza funzione è di rendere maggiormente evidente il limite della strada evitando che questo venga accidentalmente oltrepassato dando luogo a situazioni di pericolo. Le Pubbliche Amministrazioni, quindi, hanno l’obbligo di provvedere al posizionamento di tali barriere al fine di aumentare la sicurezza stradale.


E’ di conseguenza imputabile alla P.A. una responsabilità in caso di incidente stradale le cui conseguenze siano aggravate dall’omissione del posizionamento del Guard Rail. Allo stesso modo, però, qualora al posizionamento non segua poi un’adeguata manutenzione e si verifichi che a causa di usura o danni lo stesso Guard Rail presenti dei taglienti, delle deformazioni tali da costituire in caso di urto contro il medesimo un aggravamento dei danni, l’Amministrazione può essere portata in causa per ottenere un atto risarcitorio per la parte di danno superiore generata da tale mancanza o scarsità di manutenzione. Una recentissima sentenza della Cassazione Civile ha ribadito questo principio obbligando un Comune omissivo in questo senso, tramite la sua assicurazione, all’atto risarcitorio.


Lascia un commento