Come si calcola il riscatto per una polizza vita di Alleanza?

FAI SUBITO UN PREVENTIVO GRATUITO!


Le Polizze vita sono in questo periodo un po’ in sofferenza, si osserva un calo di raccolta premi da parte delle Assicurazioni rispetto al passato, agli anni precedenti, in misura piuttosto sensibile. Se facciamo un passo indietro, ai periodi in cui non esistevano i problemi di Economia generale come sono quelli attuali, osserviamo come i tassi di interesse pur non stratosferici, erano interessanti. Le Assicurazioni riuscivano ad investire i capitali raccolti ottenendone un buon rendimento, potendo di conseguenza anche riconoscere ai sottoscrittori delle polizze vita a loro volta dei rendimenti superiori a quelli ottenibili in altri modi. Oggi le politiche economiche della BCE, nella situazione di crisi Economica internazionale, hanno praticamente azzerato i tassi di interesse, abbattendo i rendimenti ottenibili dalle assicurazioni.


E’ evidente che la cosa ricade sui sottoscrittori delle polizze che si vedono riconoscere rendimenti ridicoli, affatto allettanti, conseguentemente le persone non hanno alcun incentivo a sottoscrivere polizze vita a fini di investimento, per averne un rendimento. In alcuni casi addirittura, detraendo la tassazione sui rendimenti, già minimi e le spese di gestione, si rischia di perdere capitale invece di guadagnare. Per questo molte assicurazioni prevedono la riduzione delle spese di gestione a fronte di rendimenti minimi, fino ad azzerarle per tutelare almeno il capitale versato. Il rendimento di una polizza vita non segue un andamento lineare, una retta ma una curva in progressivo incremento, con il passare degli anni. Chi vuole riscattare la polizza in anticipo rispetto alla naturale scadenza, rischia di rimetterci perché in questo caso le spese superano decisamente il rendimento, perdendo sul capitale fino a quel momento versato.

Il calcolo del riscatto si esegue calcolando il capitale versato, rivalutato dell’interesse annuale applicato, intorno al 2%, in via approssimativa ma il dato è dinamico. Al risultato ottenuto occorre detrarre la tassazione sui rendimenti e le spese di gestione applicate dall’assicurazione, approssimativamente intorno ai 12 Euro all’anno. Si spera che dal prossimo anno la BCE operi un cambio di rotta nella politica economica, cominciando ad aumentare i tassi di interesse e rendere un po’ più appetibili gli investimenti, quindi anche le Polizze Vita.


Lascia un commento