Carta verde assicurativa: Dove serve e come si usa?

FAI SUBITO UN PREVENTIVO GRATUITO!


Il Codice della Strada è la legge che regola, norma la circolazione dei veicoli di qualunque tipo essi siano, sulle strade italiane. Molti ritengono che questo sia valido per i veicoli a motore ma il Codice stabilisce norme, anche se poche e limitate, anche per i pedoni e, in ogni caso, anche le biciclette sono tenute, almeno in teoria, a rispettare le medesime norme; un divieto di svolta, il semaforo rosso, la precedenza ai pedoni sulle strisce pedonali, sono, ad esempio, regole cui anche le biciclette devono sottostare e potrebbero essere sanzionate da vigili solerti in caso di mancato rispetto, senza che vi sia la possibilità di togliersi la multa. Quello che vale per tutti i veicoli a motore, invece, è l’articolo 193 dello stesso Codice; quest’articolo stabilisce che tutti i veicoli targati devono essere assicurati con una polizza di responsabilità civile, pena pesanti sanzioni.

FAI SUBITO UN PREVENTIVO GRATUITO!


Dunque, occorre stipulare un’assicurazione con la Compagnia che meglio ci aggrada, ma deve essere fatto. Anche all’estero vigono, più o meno, le medesime norme generali e certamente ovunque vige l’obbligo di assicurazione. Non stiamo in questo contesto a disquisire sulle differenze di costo tra un’assicurazione in Olanda e una in Italia, tanto, purtroppo, ciascuno vive dove vive e deve uniformarsi al posto dove si trova. Le normative internazionali stabiliscono che un veicolo estero circolante su un territorio diverso dal proprio di origine deve essere provvisto di attestazione di assicurazione uniformato, che dimostri inequivocabilmente lo stato assicurativo del veicolo. Questo documento ha il nome di Carta Verde. In caso, malaugurato, di sinistro mentre ci si trova all’estero, occorre, sulla constatazione o comunque sulla comunicazione di sinistro all’assicurazione, indicare il numero della carta verde che è associato al numero di assicurazione RC, che è evidenziato in neretto sulla parte alta del certificato stesso.

La Carta Verde viene emessa insieme all’assicurazione RC dalla propria Compagnia e va tenuto in auto insieme al certificato di assicurazione ed esibito in caso di controllo, ad esempio, alla frontiera, laddove ancora esistente. Nel caso in cui la nostra assicurazione non avesse emessola carta verde, questa si può acquistare presso la frontiera ma sarebbe certamente meglio averla prima dipartire, anche solo per motivi economici; l’acquisto alla frontiera, sicuramente, ha un costo superiore che in Italia e poi, il rilascio dalla nostra assicurazione è gratuito. Occorre, infine, ricordare che la Carta Verde è strettamente legato alla nostra polizza RC, pertanto i termini di validità sono gli stessi. Se abbiamo la polizza scaduta o sospesa, in modo automatico altrettanto lo sarà la Carta Verde.

Lascia un commento