Classe di merito S1 nell’Assicurazione auto

FAI SUBITO UN PREVENTIVO GRATUITO!


Assicurare l’auto per la responsabilità civile è un obbligo di legge, stabilito dallo Stato per tutelare i danneggiati nel corso di un sinistro e per evitare che il responsabile dei danni procurati sia chiamato in prima persona a rispondere dei danni, avendone gravi conseguenze economiche che potrebbero arrivare anche alla rovina della vita se nell’incidente si sono verificati gravi danni alle persone, con invalidità permanenti o, peggio, con la morte. In realtà, le tantissime persone, troppe, che circolano senza assicurazione vanno incontro a questi rischi, spesso in maniera pressoché inconsapevole.

Molti, infatti, pensano alla sanzione cui possono essere sottoposti in caso di controllo ma non alle gravi conseguenze in caso di incidente. Poiché il passaggio da un’assicurazione ad un’altra deve avvenire senza penalizzazioni per l’automobilista, occorre che tutte le assicurazioni applichino il medesimo criterio di assegnazione del rischio personale dell’assicurato; per questo motivo la legge ha strutturato l’assicurazione Bonus – Malus su classi di rischio in cui l’assicurato viene classificato e che valgono per qualsiasi assicurazione RC.


Le classi di merito (o di rischio) sono complessivamente 18, in cui la 1° è quella maggiormente favorevole e la 18° la peggiore. All’atto della prima assicurazione l’utente viene collocato nella classe 14 e se è virtuoso da questa inizia la scalata verso le classi più favorevoli mentre se ha un sinistro migra verso la 18° con costi decisamente più importanti. Dal momento che le classi di merito devono valere in maniera uniforme per tutte le assicurazioni, vengono chiamate Classi universali e si trovano indicate nel contratto assicurativo con “CU”. Molte Compagnie assicuratrici tendono a premiare ulteriormente i propri clienti più virtuosi oppure applicano particolari agevolazioni a chi, ad esempio, è già assicurato per altri rischi presso la medesima e lo fa assegnando all’assicurato una classe di merito interna, valida soltanto nell’ambito della stessa Compagnia, non potendo, per legge, assegnare una CU diversa da quella spettante legalmente. Ogni assicurazione che applica tali classi di merito interne le chiama a modo suo, con lettere o numeri come, ad esempio, CI, E, A, eccetera. La SAI chiama le proprie classi interne con la lettera “S” e le classifica da 1 a 6, dove la S6 è quella più conveniente e la S1 la meno conveniente.

Occorre comunque chiarire che tali classi interne sono soltanto una forma di agevolazione ulteriore che l’assicurazione applica ai propri clienti e non hanno alcuna validità al di fuori di quella assicurazione. Ne discende che in caso di cambio di assicurazione queste classificazioni interne non saranno minimamente considerate, quello che vale è la classe di merito universale, CU che ci è legalmente assegnata.


Lascia un commento