Come incide la cilindrata dell’auto sul costo dell’assicurazione?

FAI SUBITO UN PREVENTIVO GRATUITO!


Le assicurazioni sono imprese che lavorano per coprire danni derivanti da eventi, i più disparati, per i quali i loro clienti pagano una somma indipendentemente dal verificarsi o meno dell’evento stesso. In Italia sono pochi gli esempi di obbligatorietà della copertura da rischi. Tolti i rischi industriali, gli unici obblighi previsti dalla legge sono relativi alla circolazione dei veicoli e al rischio “scoppio e incendio” che bisogna sottoscrivere quando si acquista un immobile. Tutte le assicurazioni ragionano in termini di rischio, poiché il rapporto tra raccolta dei premi e rischio statistico di somme da sborsare non deve mai andare in negativo, ovviamente; nessuna impresa potrebbe mai funzionare rischiando da un momento all’altro di andare in perdita, il reddito è alla base del principio stesso dell’impresa.

FAI SUBITO UN PREVENTIVO GRATUITO!


Parlando di assicurazione auto, le assicurazioni determinano il costo della polizza che viene richiesta considerando moltissimi fattori di rischio. I principali fattori che incidono maggiormente sul costo sono la classe di merito del veicolo da assicurare che indica quanti sinistri sono stati causati nel periodo in cui il veicolo è assicurato, o meglio, il suo proprietario, l’età anagrafica del proprietario e la sua esperienza di guida, anche lo stato sociale, se sposato o no, la professione e altri dati personali rientrano nelle statistiche che indicano all’assicurazione la percentuale di rischio di andare incontro a esborsi. Contano anche i dati geografici: è ampiamente noto che assicurare la stessa persona e la medesima auto a Napoli o a Bolzano porterà a costi molto diversi, non perché i napoletani, persone squisite, siano più cattivi degli altoatesini ma perché i numeri dimostrano che il numero di sinistri e gli esborsi delle assicurazioni nel capoluogo partenopeo sono molto superiori che a Bolzano.

Dunque, chiarito che ciò che incide sul costo della polizza è il rischio che l’assicurazione si accolla, bisogna riportare un ulteriore elemento che incide sul costo, anche se in misura inferiore ad altri parametri, che è la cilindrata dell’auto che andiamo ad assicurare. La cilindrata è il volume dei cilindri del motore, tanto che è espressa in centimetri cubi, che è legata alla quantità di carburante utilizzato nell’unità di tempo, quindi alla potenza sprigionata dal propulsore. In qualche modo la cilindrata è legata alla potenza della macchina, quindi, e le statistiche dicono che quanto maggiore è la potenza della macchina, tanto maggiore è il rischio che si verifichino incidenti e i danni che ne

derivano sono proporzionalmente maggiori. E’ evidente, a questo punto, che aumentando il rischio con l’aumentare della cilindrata, allo stesso modo aumenta anche il costo della polizza.

Lascia un commento