Danni da attacchi cibernetici: 60 Mld all’anno in Europa

FAI SUBITO UN PREVENTIVO GRATUITO!


Sono eclatanti le notizie di attacchi cibernetici presunti nel corso della campagna elettorale Americana e, recentemente, anche di attacchi cibernetici al Ministero degli esteri italiano, nel periodo in cui il Dicastero era affidato all’attuale Premier Gentiloni. Se avvengono attacchi e forse anche accessi a notizie sensibili in tali sedi, pensiamo a come più facilmente può avvenire un
attacco ad un’azienda, per carpire segreti industriali o per creare danni a favore di terzi o semplicemente per manipolare i mercati.


L’azione dei pirati informatici provoca danni ingenti alle imprese che stanno cercando di mettere in atto provvedimenti per tutelarsi ma si è parecchio indietro su questo tema. In alcuni Paesi Europei, particolarmente Germania, GB e Francia lo Stato investe parecchio sulla protezione informatica, in Italia le cifre su questo problema sono irrisorie.
Le Assicurazioni si stanno organizzando per fornire almeno una copertura economica dei danni che possono derivare dagli attacchi cibernetici ma questo ramo è ancora tutto da sviluppare, comela stessa sensibilità degli imprenditori. Intanto si è quantificato il danno annuale provocato dai pirati informatici, stimato in Europa in 60 Miliardi di Euro all’anno.


Lascia un commento