Danni per cattiva manutenzione di una strada privata

FAI SUBITO UN PREVENTIVO GRATUITO!


Solitamente la manutenzione di una strada privata è a carico degli abitanti serviti da tale strada e i danni che possono sopravvenire dal cattivo stato della strada stessa si ritengono risarcibili dall’eventuale assicurazione stipulata dai privati che risultano proprietari della strada. Qualora, però, non esista una tale assicurazione, chi risponde dei danni provocati a cose e persone dal cattivo stato? Un vecchio detto recita “chi è causa del suo mal pianga se stesso”, nel caso specifico se sono comproprietario della strada e il cattivo stato di manutenzione mi provoca dei danni, con chi posso reclamare? Sembra assurdo ma una recente sentenza della Cassazione Civile ha ritenuto responsabile la Pubblica Amministrazione.

Le Sentenze si rispettano, non si discutono ancora di più se emesse dalla Suprema Corte che ha il compito di mettere una pietra sul procedimento rispetto al quale è tenuta a pronunciarsi. La sentenza, dunque, stabilisce che non può essere ritenuta esente da responsabilità l’Amministrazione Pubblica che non provveda ad interventi di manutenzione oppure all’interdizione dell’uso generalizzato di una strada privata che si trovi nelle vicinanze di strade pubbliche. La cosa, comunque, non esclude che i proprietari della strada siano a loro volta tenuti a mettere in opera tutte le possibili precauzioni atte ad evitare danni. La sentenza in oggetto è la n°3216 del 07/02/2017 della Cassazione Civile sez.VI.

Lascia un commento