Eliminata una clausola vessatoria dai contratti assicurativi

FAI SUBITO UN PREVENTIVO GRATUITO!


Dal 2014 e fino all’1 aprile di quest’anno, Alliance inseriva nei contratti Rc la clausola attraverso la quale il cliente rinunciava a ricorrere a patrocini legali in caso di sinistro stradale per ottenere il risarcimento. Nel caso in cui il Cliente lo avesse, invece, fatto, lo stesso incorreva in una penale di 500 Euro che veniva detratta dall’ammontare del risarcimento. Dopo tale data la clausola veniva modificata, accordando al cliente, in cambio della sottoscrizione di tale clausola inserita nel contratto, uno sconto del 3,5% ma mantenendo la penalizzazione, questa volta quantificata nel 20% del risarcimento con tetto di 500 Euro, nel caso di affidamento ad un Avvocato.


Questa clausola, anche sentite le associazioni di tutela dei consumatori, è stata ritenuta vessatoria dall’Antitrust con conseguente dichiarazione di inefficacia per i contratti sottoscritti e con il divieto di apposizione su quelli nuovi. La clausola, infatti, è ritenuta limitativa della libertà personale del cliente, in quanto in contrasto con l’art.33, comma2, lett.t) del codice del consumo. A fronte di quanto sopra, tutti coloro che si accingono a sottoscrivere un contratto assicurativo RC sappiano che non deve essere presente nel contratto tale clausola ma, nel caso vi fosse, è assolutamente inefficace, è riconosciuto il pieno diritto del cliente a rivolgersi ad un Avvocato per far valere i propri diritti, senza che questo comporti alcuna forma di penalizzazione.


Lascia un commento