Frodi Assicurative per decine di milioni di euro

FAI SUBITO UN PREVENTIVO GRATUITO!


La prima udienza del processo è fissata per il 29 maggio del prossimo anno; 19 persone, in maggioranza Riminesi, compariranno dinanzi al giudice per rispondere del reato di frode nei confronti di varie assicurazioni che si sono costituite come parte lesa, per un valore di decine di milioni di euro. La Frode sarebbe stata messa in atto sfruttando l’alto valore delle riparazioni di auto di lusso, Ferrari, Porsche, BMW, Audi, Chrysler che sarebbero rimaste coinvolte in finti incidenti. Le persone ritenute responsabili del reato di frode come da articolo 642 del Codice Penale, avrebbero messo in atto la frode simulando tamponamenti tra più auto, sempre con il coinvolgimento di auto di lusso, fornendo certificazioni di danni enormemente gonfiati con la complicità di carrozzieri compiacenti.

Le assicurazioni coinvolte nella frode sono UnipolSai, HD Assicurazioni e Genertel. La presunta frode sarebbe stata scoperta a seguito di sospetti da parte delle Assicurazioni che hanno trovato incongruenze tra danni denunciati e dinamica delle denunce presentate, sempre la stessa dinamica e sempre le stesse persone coinvolte. Le Assicurazioni hanno così dato incarico ad investigatori di cercare prove di eventuali frodi e le hanno trovate: da qui le denunce. Non solo danni materiali alle auto, di notevole entità, anche 80 mila Euro per una Ferrari, 30 mila per la Porsche, ma anche danni per lesioni personali falsamente certificate, anche in questo caso, grazie a medici compiacenti.


Lascia un commento