Hai una Ferrari e devi assicurarla: Ma quanto costa?

FAI SUBITO UN PREVENTIVO GRATUITO!


Esistono diversi livelli nella cittadinanza italiana, una situazione sociale completamente diversa da quella che poteva essere semplicemente schematizzata decenni orsono, in cui si poteva individuare una categoria rappresentata dal proletariato, la classe sociale meno abbiente, il ceto medio, la Borghesia, persone mediamente benestanti e l’alta società, spesso nobili anche se decaduti e industriali, imprenditori, quello che Marx chiamava il “Padronato”. Le classi sociali si distinguevano piuttosto chiaramente in base allo stile di vita, alle possibilità economiche che si evidenziavano anche attraverso il possesso di oggetti che, appunto, rappresentavano uno Status Simbol. Chi possedeva un’auto non poteva essere un operaio, vedendo qualcuno alla guida di un’automobile non si poteva non pensare immediatamente che era una persona importante, ricca, molto probabilmente se non certamente un imprenditore, un padrone.

FAI SUBITO UN PREVENTIVO GRATUITO!


Le distanze sono state accorciate con il Boom economico degli anni ’60: avere un’auto, una 500 o una 600 poteva essere anche un operaio, comprare una casa è diventato qualcosa di normale, non una prerogativa di una classe sociale abbiente. Si sono accorciate le distanze, dunque, tra le classi sociali, fino a livellare entro un certo intervallo economico le due classi inferiori che un tempo erano ben distinte. Oggi possedere una bella auto non significa essere ricchi o perlomeno non è necessario esserlo. Restando sul tema auto, resta l’evidenza di differenza di classe sociale marcata dal possesso di certe auto piuttosto che altre. Difficilmente, nonostante l’imborghesimento della classe operaia, un semplice lavoratore potrà permettersi una Cayenne, una Lamborghini, una Ferrari o altre super car di altissimo costo d’acquisto e altrettanto alto costo di gestione.

Proprio su quest’ultimo aspetto si accendono legittime curiosità, con immancabili paragoni con la vita del comune cittadino. A prescindere che chi acquista una Ferrari difficilmente si farà problemi per l’assicurazione un po’ cara, quanto costerà assicurarla, contando che si parla di cilindrate stellari, oltre i 4000cc.? Se assicurare una comune auto, una persona in prima classe intorno alla cinquantina d’età, deve mettere in conto circa 500/600 Euro, il possessore di una Ferrari si presume debba pagare almeno il triplo. Invece non è così: a sorpresa, facendo una simulazione di preventivo con più Compagnie, risulta un’entità di costo assicurativo, per la sola RC, intorno ai 600 Euro, per le più economiche, fino a oltre i 1000 Euro per le più care. Il discorso cambia decisamente considerando la garanzia aggiuntiva del furto e incendio: qui il costo sale a livelli decisamente più impegnativi, ma certo chi possiede una Ferrari non avrà problemi a garantirsi sotto questo aspetto spendendo cifre che per un comune lavoratore può essere pesante, essendolo relativamente per il Ferrarista.

Lascia un commento