La richiesta di risarcimento a seguito di incidente stradale mortale

FAI SUBITO UN PREVENTIVO GRATUITO!


Atteso che la legge, attraverso il Codice della Strada, all’art. 193, stabilisce l’obbligo per qualsiasi veicolo dotato di targa di essere coperto da assicurazione per la responsabilità civile (RCA), è preciso dovere inderogabile di ciascun proprietario di veicolo targato uniformarsi al dettato della legge. Purtroppo, al momento, nel nostro Paese quasi tre milioni e mezzo di veicoli sono circolanti senza copertura assicurativa. A parte le sanzioni pesanti cui si va incontro se si viene “scovati”, la responsabilità personale è enorme in caso di incidente. Il Codice Civile stabilisce, infatti, che chiunque cagioni ad altrui un danno ingiusto, è tenuto al risarcimento del danno. Certamente, se il nostro veicolo non è assicurato, qualsiasi danno cagionato in seguito ad incidente dovrà essere a nostro carico. Il vero dramma si verifica se a seguito di sinistro si determinano lesioni personali, invalidità temporanee o permanenti o, peggio, la morte di una persona.

FAI SUBITO UN PREVENTIVO GRATUITO!


Vedendo la cosa da un’altra prospettiva, chi viene colpito dal dramma della morte di un proprio caro in seguito ad un incidente, deve fare alcuni passi per avere la certezza del giusto risarcimento. Nel malaugurato caso che avvenga questo, i parenti o gli eredi del defunto devono presentare domanda di risarcimento al responsabile dell’incidente e all’assicurazione del veicolo che lo ha provocato. E’ opportuno fare ugualmente richiesta di risarcimento anche all’assicurazione della parte lesa, per precauzione. Questo proprio per tutela preventiva, in quanto capita anche che un veicolo sia solo apparentemente assicurato, mentre l’assicurazione stessa è contraffatta. Ovviamente la presunta assicurazione del responsabile non potrà rispondere dei danni, per i quali risponderà direttamente l’interessato. In questi casi, l’assicurazione del veicolo che aveva ragione nel sinistro, a fronte di richiesta di risarcimento, provvede al risarcimento stesso, rivalendosi successivamente sul responsabile. In mancanza di richiesta di risarcimento alla propria assicurazione, l’unica persona alla quale si potrà richiederlo e pretenderlo è il responsabile dell’incidente ma difficilmente si riuscirà a ricavarne qualcosa, bisogna esserne consapevoli.

Esistono, anche sul web, organizzazioni che si occupano nello specifico di gestire la richiesta di risarcimento in maniera gratuita poiché la loro parcella sarà pagate dall’assicurazione della controparte. Alcune di queste organizzazioni agevolano al punto tale da provvedere anche alle spese cimiteriali presso il Comune di pertinenza o del rimpatrio eventuale della salma. Una di queste organizzazioni, a titolo esemplificativo, è Risarcimento Facile ma una facile e rapida

navigazione in rete consente di avere anche più riferimenti e delegare tutte le incombenze legali e burocratiche a professionisti che faranno i nostri interessi. Naturalmente, anche il nostro avvocato di fiducia potrà provvedere in merito.

Lascia un commento