Infortuni a scuola, si registra un calo

FAI SUBITO UN PREVENTIVO GRATUITO!


Gli infortuni scolastici hanno interessato lo scorso anno oltre 75.600 ragazzi sul territorio nazionale. Sono numeri davvero grandi ma, fortunatamente, in calo: nel 2014 il calo è stato del 6,75%, riconfermato, Le assicurazioni, una volta accertata la dinamica e il nesso tra infortunio e attività scolastica, risarciscono il danno ma certo sarebbe meglio che nulla avvenisse. Disattenzione dei ragazzi, giochi pericolosi, liti, forse in alcuni momenti un po’ di rilassamento del personale scolastico, fanno sì che ogni anno migliaia di ragazzi nelle nostre scuole si provochino distorsioni, contusioni, lussazioni e si arriva anche alle fratture. Dai dati disponibili risulta maggiormente colpito dal fenomeno l’Italia nord occidentale, con un abbondante 10% in più che al Nord est.

Paiono più tranquilli i ragazzi del sud, dove gli infortuni scolastici sono decisamente inferiori che al Nord. Il centro è l’area nazionale con minor calo di denunce di infortunio, con “solo” 13.282 denunce. Gli infortuni al Sud sono stati 12.919 e nelle isole il numero scende a 5.382. Occorrerebbe, nel primo interesse dei ragazzi, forse una maggiore vigilanza a scuola e un intervento educativo da parte delle famiglie. Quello che è certo è che alcuni decenni fa c’era maggiore disciplina a scuola e gli infortuni erano molto più rari.

Lascia un commento