La Legge sull’Omicidio Stradale non sembra avere molti effetti

FAI SUBITO UN PREVENTIVO GRATUITO!


Soprattutto dopo che la cronaca riporta sovente fatti di incidenti in cui sussistono le condizioni per l’applicazione della legge sull’omicidio stradale, occorre fare una riflessione sulla reale utilità di questa legge. I dati ci dicono che dall’entrata in vigore di questo importante provvedimento sono stati 458 gli incidenti in cui la legge ha trovato applicazione con condanne dei responsabili, nell’85% dei casi tra i 2 e i 7 anni. Nonostante la legge che ha introdotto pene severe per chi si rende responsabile di incidenti sotto effetto di alcool e droghe, in cui una persona perde la vita, abbiamo assistito ad un incremento dei casi nel primo semestre del 2017 pari al 4,6%. La Legge che ha inasprito le pene, sembra non svolgere la sua funzione di deterrenza del fenomeno, evidentemente non basta per fare in modo che chi si mette al volante eviti di bere o si astenga dal farsi una canna o sniffare coca o assumere altre droghe.

Non vorremmo che le tante campagne che si stanno mettendo in atto per sminuire gli effetti deleteri delle cosiddette “Droghe leggere” e tendere alla liberalizzazione provochino ancora di più la convinzione negli utilizzatori che non fa male, che non provoca effetti negativi, che in fondo ti fa stare bene, mentre l’evidenza mostra che non è così. Chi fa uso di sostanze di questo genere e di alcool, deve sapere che in ogni caso, anche se non si arriva a conseguenze estreme, guidare in stato alterato comporta anche, tra l’altro, il rischio che l’assicurazione eserciti il diritto di rivalsa che può facilmente comportare, in caso di lesioni personali di una certa gravità, la rovina economica per tutta la vita.

 


Lascia un commento