Le assicurazioni dopo tre mesi dal voto per la Brexit

FAI SUBITO UN PREVENTIVO GRATUITO!


Gli scenari apocalittici disegnati da alcuni politici ed anche economisti a seguito del voto che ha sancito la volontà dei Britannici di uscire dall’UE almeno per adesso non si sono affatto realizzati, anzi, bisogna dire che le cose in Gran Bretagna sono migliorate, certamente più che nel nostro Paese. Vero che per ora il voto è limitato all’intento, che tutto è ancora da giocare sul piano degli accordi e per questo le Assicurazioni sia Britanniche che dell’UE si stanno interrogando sul da farsi.

FAI SUBITO UN PREVENTIVO GRATUITO!


Le strade, in verità, appaiono essere soltanto due: Attendere di vedere come verranno stabiliti gli accordi di “separazione” e agire poi di conseguenza, oppure iniziare da subito la creazione di filiali in un Paese Ue per le assicurazioni Britanniche per assicurarsi la possibilità operativa nell’Ue anche a fronte di potenziali situazioni negative che potrebbero sortire dai negoziati. Dublino sembrerebbe la scelta prioritaria, per motivi logistici, ovviamente. Parimenti le assicurazioni non Britanniche dovranno cercare in questo periodo di aprire una filiale a Londra per gli stessi motivi. I tempi stringono, dato che per rendere operativa una filiale all’estero sono necessari almeno 12 mesi e poiché i negoziati, che si prevedono di media durata dovrebbero iniziare a marzo 2017, occorre iniziare subito per non perdere il treno dell’operatività.

Lascia un commento