Le assicurazioni sulla vita: Cosa sono e come funzionano?

FAI SUBITO UN PREVENTIVO GRATUITO!


Le assicurazioni si possono dividere in due macro categorie: ramo danni e ramo vita.

Assicurazioni danni. Le polizze appartenenti al ramo danni tutelano l’assicurato dalle conseguenze di eventi che potrebbero intaccare il suo patrimonio o la sua possibilità di produrre reddito. Ci si può assicurare contro il rischio di danni alle persone (infortuni) o alle cose (danni in senso stretto), così come si può stipulare una polizza che salvaguardi il proprio patrimonio.

FAI SUBITO UN PREVENTIVO GRATUITO!


Assicurazioni sulla vita. Le polizze vita sono coperture assicurative legate alla durata della vita umana. Si dividono un due categorie: assicurazione caso morte e assicurazione caso vita.
L’assicurazione temporanea caso morte prevede l’erogazione di un capitale nell’ipotesi in cui l’assicurato dovesse morire prima della conclusione del contratto. Questo tipo di polizza viene sottoscritta generalmente con l’obiettivo di tutelare i membri di una famiglia in caso di premorienza di chi al suo interno ha il reddito più elevato. Se dovesse verificarsi una disgrazia, l’assicurazione consentirebbe infatti agli eredi di far fronte alle spese programmate, come il pagamento del mutuo, le spese universitarie, etc.
L’assicurazione caso vita prevede invece il pagamento di una somma di denaro al raggiungimento di una determinata età da parte dell’assicurato. Rientra tra le polizze vita anche la costruzione di un piano di previdenza integrativa, attraverso il quale l’assicurato può garantirsi il riscatto di un importo prestabilito o una rendita vitalizia a partire da una data da lui prescelta. Si tratta di un prodotto che sta prendendo sempre più piede tra i risparmiatori a causa del protrarsi delle difficoltà della previdenza pubblica.

Leggi anche:  Come fare la richiesta di liquidazione di una polizza vita scaduta?

I vantaggi. Le polizze vita garantiscono il riscatto di un capitale esentasse, non pignorabile, non sequestrabile e non gravato dall’imposta di successione, in caso di decesso dell’assicurato. Inoltre, i premi versati sono esenti da Irpef ed è possibile detrarne in sede di dichiarazione dei redditi il 19%, entro i limiti previsti dalla legge.
Le assicurazioni sulla vita beneficiano infine di una percentuale di interesse garantita, chiamata tasso tecnico, che assicura la rivalutazione del capitale fino a una soglia minima. Alla scadenza della polizza si può quindi decidere se ritirare il capitale versato e rivalutato in base al rendimento garantito oppure se optare per la rendita vitalizia, che verrà riconosciuta per tutta la vita.

Assicurazioni vita a confronto: la richiesta online. La scelta dell’assicurazione sulla vita è una decisione importante. Prima di stipularne una è bene quindi confrontare l’offerta di compagnie diverse, per individuare quali rischi vengono coperti, per quanto tempo e a quali condizioni. Per ricevere e comparare più preventivi, compila in form di richiesta on line e ricevi le informazioni necessarie per una scelta ponderata.

Leggi anche:  Polizza vita abbinata al mutuo

Leggi anche:

Lascia un commento