Miliardi incassati per le multe ma le buche…

FAI SUBITO UN PREVENTIVO GRATUITO!


Nel corso del 2015 avevamo assistito ad un incremento delle contestazioni elevate per infrazioni al Codice della Strada dell’8% e già all’epoca avevamo denunciato un’azione da parte soprattutto degli Enti locali per fare cassa a danno degli automobilisti. Nel 2016 il numero di contravvenzioni è aumentato addirittura del 45%. Automobilisti più indisciplinati? Si direbbe di no, a giudicare dal numero di sinistri stradali che sono in calo. Il fatto è che i Comuni , alle prese con difficoltà di Bilancio, usano le multe per tappare in buchi, quelli di Bilancio, non certo quelli delle strade. Una forte percentuale di contravvenzioni sono in Lazio, riteniamo verosimile soprattutto nella Capitale, ma i crateri nelle strade sono sempre lì, pericolosi, spesso all’origine di incidenti, particolarmente per le moto.

Gli incassi delle multe dovrebbero servire per aumentare la sicurezza stradale, invece le condizioni del manto stradale sono sempre peggiori. A ciò si aggiunga che proprio per le condizioni delle strade vengono posti limiti di velocità anacronistici, impossibili da rispettare, anche di 30 Km/h che, se non rispettati, fanno cadere l’automobilista nell’inesorabile trappola dell’autovelox , posizionato proprio lì, dove la polizia già sa che il limite non verrà rispettato dalla maggior parte degli utenti della strada. Intanto le condizioni stradali aumentano la sinistrosità, fanno aumentare l’assicurazione degli sventurati e di tutti gli altri, incrementando l’indice di sinistrosità della Provincia, un altro danno per gli automobilisti, danneggiati e beffati.


Lascia un commento