Moto storiche: sono soggette a Bollo normale

FAI SUBITO UN PREVENTIVO GRATUITO!


Le moto storiche, quelle con un’età tra i 20 e i 30 anni, fino a 2 anni fa erano soggette a tassa di circolazione, il Bollo, in misura ridotta, una bella agevolazione per i possessori, soprattutto per gli appassionati collezionisti che magari tengono in garage un certo numero di moto storiche. Il bollo, infatti, non è legato alla reale circolazione dei veicoli ma soltanto al loro possesso. Con la Legge di stabilità 2015 il Governo ha deciso che questa agevolazione non doveva più essere, quindi l’ha abolita, equiparando il Bollo per le moto storiche a tutte le altre moto. Molte Regioni non ci stanno e mentre tante si sono adeguate alla nuova legge richiedendo il Bollo regolare, altre ancora non si sono adeguate, consentendo almeno per il momento, il pagamento del Bollo agevolato. L’unica agevolazione che lo Stato concede è una flessibilità per le Regioni che possono praticare tariffe di Bollo +/- 10% rispetto alla tariffa nazionale, ossia possono praticare uno sconto del 10% ma anche aumentare del 10%.

Tra le Regioni che accordano lo sconto del 10% Piemonte, Lazio, Toscana e Umbria ma questa ultime due accordano lo sconto solo a fronte dell’iscrizione del veicolo alla Federazione Motociclistica Italiana (FMI). La Sicilia, forte del suo statuto speciale, ha provato ad abolire il Bollo per queste moto ma il provvedimento è stato bocciato dallo Stato in quanto tassa dello Stato su cui le Regioni possono muoversi solo nell’ambito delle flessibilità previste. La Lombardia non si è ancora adeguata e le moto storiche pagano un bollo di 10,33€ ma solo se inscritte al FMI, diversamente tariffa piena. Ricordiamo che le moto storiche possono anche usufruire di tariffe agevolate per quanto riguarda l’assicurazione., Cerca Online le migliori condizioni per assicurare la tua moto storica.


Lascia un commento