Togliere il super bollo? La richiesta dell’ACI

Il Presidente dell’ACI Angelo Sticchi Damiani ha inviato al governo una richiesta affinché dal 2018 venga abolito il Superbollo sulle vetture con potenza superiore a 185 CV. Questa misura fiscale, infatti, nelle intenzioni dell’Esecutivo avrebbe dovuto generare un certo gettito che è stato, invece, di molto inferiore al previsto. Il motivo è che c’è stato un allontanamento degli italiani da quelle vetture di eccellenza italiana, un calo del mercato interno che non ha fatto bene alle imprese e nemmeno allo Stato. Un fallimento, insomma, su tutta la linea. Proprio in virtù dell’inutilità verificata di questa sovratassa che porta i proprietari … Continua a leggere...

La copertura “Furto e Incendio”

Tra le tante garanzie accessorie che è possibile scegliere per avere più sicurezza e tranquillità c’è la polizza Furto e Incendio, una tra le maggiormente richieste dagli automobilisti. Occorre, però, essere ben informati su che cosa copre questa polizza. Per questo motivo è sempre opportuno leggere attentamente le condizioni contrattuali per sapere che cosa eventualmente è escluso dalla copertura. Posto che ogni contratto ha le sue caratteristiche che possono anche differire sensibilmente tra le varie assicurazioni, in generale la polizza furto contempla il furto totale della vettura o parti di esse come, ad esempio, le dotazioni interne. Normalmente da questa Continua a leggere...

Barriere protettive a bordo strada

Tutti noi conosciamo molto bene le barriere protettive a bordo strada, i cosiddetti Guard Rail. Questi vengono posizionati con più scopi diversi: il principale è evitare che i veicoli oltrepassino la sede stradale con il rischio di finire in scarpate, precipizi, fossi e quant’altro che potrebbero costituire un sicuro aggravamento delle conseguenze dell’incidente stradale ma hanno anche la funzione di evitare che ciclisti e pedoni siano sottoposti allo stesso rischio. Una terza funzione è di rendere maggiormente evidente il limite della strada evitando che questo venga accidentalmente oltrepassato dando luogo a situazioni di pericolo. Le Pubbliche Amministrazioni, quindi, hanno l’obbligo … Continua a leggere...

Raccolta assicurativa in calo

Nella Insurance Day, importante appuntamento nel quale le assicurazioni si sono incontrate per fare il punto sulla situazione e sull’andamento generale, sono emersi dati che sono incoraggianti rispetto allo scorso anno ma comunque ancora negativi: La raccolta complessiva prospettata a fine 2017 si presenta a livello approssimativo di 130 miliardi di euro, una cifra notevole ma in calo rispetto al 2016 del 2,8%. Questo calo rappresenta comunque un recupero rispetto ai dati dello scorso anno sul 2015 che aveva visto la raccolta in calo dell’8,8%, un dato davvero preoccupante. Le Assicurazioni in Cina e Giappone stanno crescendo in maniera notevole, … Continua a leggere...

Truffe alle Assicurazioni: 144 denunciati a Taranto

La Polizia di Stato, sezione Polizia Stradale, nell’ambito di una vasta e complessa operazione investigativa ha proceduto a deferire all’autorità giudiziaria 144 persone con l’accusa di associazione a delinquere finalizzata a truffe nei confronti di 18 assicurazioni. Queste truffe avrebbero fruttato al gruppo ben 500 mila euro. La Assicurazioni vittime di queste truffe relative a sinistri stradali falsi, sono Sara, Donau, Allianz, National Suisse, Lloyd Adriatico, AXA, UnipolSai, Novit, Aviva, Cattolica, Fata, Helvetia, Assimoco, Generali, Groupama, Intesa San Paolo, Toro, Alleanza Toro. L’operazione denominata “Creta”, ha richiesto un lungo lavoro con le comuni tecniche investigative ma anche con intercettazioni telefoniche … Continua a leggere...

Assicurare il reddito

Nel nostro Paese è ancora bassa la penetrazione assicurativa rispetto alla copertura del rischio di perdita del reddito. La terribile crisi che abbiamo affrontato in questi lunghi anni sembra cominciare a sparire all’orizzonte, la ripresa c’è, senza dubbio, anche se a ritmi ancora lenti e sicuramente meno rapida che negli altri Paesi europei: l’Italia ancora una volta si conferma in coda all’Europa. In questa situazione migliorata ma ancora incerta, anche il lavoro che nel frattempo è diventato sempre più precario, non è più una certezza per gli italiani che rischiano sempre, da un momento all’altro, di trovarsi senza reddito. Chiaramente … Continua a leggere...

Il successo della scatola nera

Le tariffe RC sono sempre il cruccio degli automobilisti italiani. Se è vero che in alcune province chi deve pagare l’assicurazione piange un po’ di meno grazie alle tariffe nettamente inferiori a molti altri luoghi, è altrettanto vero che in altre province e tra queste Napoli, Caserta e Prato, i premi Rc sono il triplo o quasi delle tariffe, ad esempio, di Oristano e Pordenone. Siamo sempre al solito discorso delle differenze territoriali che se possono essere comprese fino ad un certo punto con la giustificazione della maggiore sinistrosità, non si riesce a comprendere l’entità delle differenze e poi ancora … Continua a leggere...

Distrazioni alla guida

Dopo che varie indagini e riscontri hanno dimostrato che alla base della maggioranza degli incidenti che si verificano sulle strade italiane vi è la distrazione dovuta all’uso del telefonino alla guida, per controllare il proprio profilo Facebook, per chattare, per rispondere alle chiamate e rispondere a SMS, il legislatore ha inasprito in maniera netta le sanzioni a carico di chi usa il telefonino alla guida. Ora le multe sono davvero salate ma nonostante questo ancora tantissima gente non riesce a resistere alla tentazione dell’uso del cellulare. Oltre a questo, però, esiste un’altra insidia tecnologica rappresentata dal navigatore. Troppa gente, troppi … Continua a leggere...

Sfiducia negli avvocati

Le nuove norme di legge entrate in vigore recentemente impongono agli avvocati la sottoscrizione di un’assicurazione a copertura della responsabilità civile e infortuni a partire inderogabilmente dall’11 ottobre. Zurich ha elaborato un’analisi curata da Swg riguardante il rapporto che gli italiani hanno con gli avvocati e quanto emerso è interessante. Emerge, infatti, che il 53% degli intervistati è ricorso ai servizi di un avvocato negli ultimi 10 anni, un dato in deciso incremento, mentre il 46%, pur avendone bisogno, ha rinunciato per gli alti costi e per la lentezza della giustizia. Il 64% degli intervistati ha dichiarato di aver avuto … Continua a leggere...

Stima dei danni da uragani ma non è ancora finita

Gli stati degli USA che si affacciano sul Golfo del Messico e quelli adiacenti stanno attraversando un periodo drammatico, di paura, danni, perdite umane, queste ultime soprattutto danno la massima sofferenza, ovviamente. Abbiamo ancora negli occhi le scene di terribile devastazione nelle isole caraibiche e nello stato della Florida, particolarmente battuto dagli ultimi uragani, Harvey, Irma, Maria e proprio in questi giorni un quarto uragano sta battendo nuovamente quelle zone meridionali degli States, per fortuna questo ancora “soltanto” di categoria 1 ma sufficiente a devastare. Intanto si cominciano a fare le stime dei danni che le assicurazioni si troveranno per … Continua a leggere...