Incidente stradale: La lettera di diffida per il risarcimento dei danni

Quando avviene un incidente stradale tra due veicoli, la colpa è presumibilmente di entrambi. Secondo l’articolo 2055 del codice civile il conducente di un veicolo in caso di sinistro è tenuto a risarcire danni causati a cose e persone, a meno che non riesca a provare di aver fatto il possibile per evitarlo, oppure riesca a dimostrare che l’evento sia stato causato dal danneggiato stesso. Il conducente, inoltre, non è considerato responsabile se l’incidente è causato da eventi inevitabili.

Nel caso di incidente, ad esempio tra due auto, ovvero veicoli per i quali c’è l’obbligo della polizza assicurativa, i conducenti … Continua a leggere...

Il 2017 ci porterà il nuovo Codice della Strada

Con il nuovo anno arriverà anche un nuovo Codice della Strada che dovrebbe essere più essenziale, più snellito nella normativa ma anche maggiormente severo in alcune parti. Intanto ci sarà un inasprimento delle sanzioni per l’utilizzo del telefonino alla guida che prevede anche la sospensione della patente per due mesi in caso si sia colti in flagrante mentre si guida utilizzando telefonini e smartphone senza gli ausili richiesti. In caso di incidente lo stesso telefonino potrà
essere sequestrato al fine di verificare un eventuale collegamento tra sinistro avvenuto e uso dello stesso. Nel nuovo Codice della Strada sarà anche inserito … Continua a leggere...

Un’auto parcheggiata in una strada privata ha l’obbligo di assicurazione?

Lasciare un’auto parcheggiata in strada, sprovvista di copertura assicurativa non è consentito dalla legge. Secondo la normativa vigente: «I veicoli a motore senza guida di rotaie, compresi i filoveicoli e i rimorchi, non possono essere posti in circolazione su strade di uso pubblico o su aree a queste equiparate se non siano coperti, secondo le disposizioni della presente legge, dall’assicurazione per la responsabilità civile verso i terzi prevista dall’articolo 2054 del codice civile». La copertura assicurativa non è obbligatoria soltanto per i veicoli che circolano per strada, ma anche per quelli parcheggiati.

I veicoli in sosta su aree pubbliche o … Continua a leggere...

Fondo di Garanzia per le vittime della strada

Nel nostro Paese si verificano ogni anno dei sinistri stradali, che talvolta sfociano anche in esiti drammatici, da parte di guidatori che si dileguano, spesso senza alcuna possibilità di identificazione da parte delle vittime di tali incidenti. E’ un fenomeno in incremento nel numero e con causa, alla loro base, di diverso genere ma quasi sempre per via della guida sotto effetto di
sostanze stupefacenti, di alcool o perché sprovvisti di assicurazione. Alle vittime non resta altro che richiedere l’intervento del Fondo di Garanzia per le vittime della strada.

Per accedere a questo fondo, appositamente istituito per casi di questo … Continua a leggere...

Come disdire la polizza infortuni del conducente?

La polizza infortuni conducente è una garanzia accessoria che risarcisce i conducenti abilitati alla guida, per danni subiti in caso di sinistri. In un incidente stradale ciò che va tutelato sono soprattutto le persone che si trovano a bordo dei veicoli. Infatti l’assicurazione auto nel massimale, prevede un risarcimento maggiore per qualsiasi infortunio delle persone rispetto all’indennizzo dei danni provocati alle cose. Il problema però è che l’unico escluso dalla tutela assicurativa è proprio il conducente del veicolo, che in caso di incidente non beneficia di nessun rimborso.

La polizza Infortuni del conducente, richiesta al momento della stipula dell’assicurazione, garantisce … Continua a leggere...

Assicurazioni in Africa, un mercato da sviluppare

In Africa sono due i rami maggiormente sviluppati in campo assicurativo, il ramo vita e i rami danni.
Per i rami danni, nel 2015 la raccolta premi complessiva nel continente nero è stata pari a 20,4 miliardi di dollari mentre il ramo vita ha dato un gettito totale di 43,7 miliardi di dollari. Andando ad analizzare i dati dei singoli Paesi, però, si nota come il Sud Africa sia il maggiormente sviluppato, in quanto in questo Paese è concentrato l’86% della raccolta premi nel ramo vita e il 41% dei rami danni. A livello continentale il ramo vita rappresenta i … Continua a leggere...

Denunciare un sinistro, quali sono i tempi giusti?

Per essere sicuri di ottenere un risarcimento in caso di sinistro stradale bisogna effettuare la denuncia nei tempi previsti dalla burocrazia delle assicurazioni. In caso di incidenti si possono presentare diverse ipotesi: quella in cui c’è accordo tra le parti, e quello in cui nessuna delle due parti ammette le proprie colpe.

Nel caso di mancato accordo tra le parti, o se non si è certi delle responsabilità è utile rivolgersi alle autorità competenti per stabilire chi ha diritto al risarcimento. In questi casi la denuncia va fatta entro tre giorni, alla propria assicurazione (a meno che la polizza preveda … Continua a leggere...

Bambini affidati ai Nonni: la polizza famiglia risponde dei danni?

La società moderna vede sempre più spesso, entrambi i genitori impegnati sul lavoro, quando per fortuna c’è, e i bambini affidati all’asilo, a scuola o ai nonni o altri parenti. Si è così rivalutata la funzione di Nonni e zie che fungono da importante supporto per le famiglie. Molte di queste hanno sottoscritto polizze a copertura di eventuali danni a terzi, anche perché si sa che i bambini una ne pensano e cento ne fanno.

Quando i figli non sono con i genitori e ne combinano qualcuna delle loro, l’assicurazione risponde dei danni provocati? Oppure le persone a cui sono … Continua a leggere...

Perché conviene acquistare un’auto ibrida?

Il mercato delle auto, negli ultimi anni ha conosciuto una nuova tendenza che dal 2013 ad oggi continua a crescere. Il trend che sta prendendo piede in modo rapido nel commercio delle autovetture, è la vendita delle auto ibride. Il mercato di questa tipologia di veicoli ha visto un vero e proprio boom, che ha portato le case automobilistiche a differenziare i loro prodotti mettendo in vendita sempre più modelli di auto ibride, per soddisfare i gusti e le esigenze di tutti gli acquirenti.

A dare una spinta al successo di queste vetture a doppio motore è stato sicuramente l’aumento … Continua a leggere...

Troppi risarcimenti RC negati senza motivazioni: lettere dell’Ivass alle compagnie

Molti automobilisti stanno lamentando comportamenti di scarsa trasparenza da parte delle compagnie assicurative. Molti, infatti, si sono visti negare il risarcimento in seguito a sinistri stradali senza essere portati a conoscenza delle motivazioni del diniego. Del problema si è fatta carico l’Ivass, l’Istituto di vigilanza sulle assicurazioni. In seguito agli accertamenti effettuati presso le assicurazioni è emerso che le medesime non hanno svolto, spesso, adeguati accertamenti sulla realtà dei fatti che, in diversi casi, avrebbero, invece, dovuto generare l’azione risarcitoria.

Per questo motivo l’Ivass ha inviato una lettera alle assicurazioni esortandole a rivedere i processi di accertamento e, in ogni … Continua a leggere...