La tua guida facile alle assicurazioni


Diciamocelo, ci sono poche persone che hanno come passione l’assicurazioni auto (o le assicurazioni in generale). Per la maggioranza delle persone la polizza RCA è una tassa da pagare se si vuole guidare un’auto, nulla di più. A questo di aggiunge il fatto che il gergo assicurativo è costituito di una serie di termini che sembrano far di tutto per evitare di faci comprendere quando e come avremo i nostri rimborsi.

D’altra parte negli ultimi anni con la liberalizzazione del mercato assicurativo sono spuntate moltissime offerte da parte di marchi assicurativi vecchi e nuovi che promettono risparmi consistenti senza rinunciare alla qualità. Quindi per orientarsi nel mare delle offerte è necessario avere una base di conoscenze minime che ci permettano di fare la scelta più adatta alle nostre esigenze senza rischiare brutte sorprese.


Per questo nasce Assicurazione Facile: una guida alle assicurazioni “per i comuni mortali” che va dritta al sodo e usa un linguaggio, per quanto possibile, semplice e diretto. La guida è scritta pensando in particolar modo ai giovani neopatentati ma può essere utile a tutti quelli che vogliono capirene qualcosa e che non hanno sottomano un guru delle assicurazioni ;-) .


Guadagna una rendita con Idea Valore Capitale di Deutsche Bank

Idea Valore capitale di Deutsche Bank è una polizza vita che, tramite versamento unico, ti consentirà di avere, quando vorrai, una rendita certa rivalutata annualmente.

Caratteristiche di Idea Valore Capitale di Deutsche Bank

Con Idea Valore Capitale il tuo denaro confluirà nella gestione separata Fondo Zed 2000, gestione che ogni anno ti offre un rendimento minimo garantito pari al 2% ( al lordo delle imposte e dei costi amministrativi) e che consolida nel tempo i risultati ottenuti annualmente.

Il rendimento del fondo viene calcolato su base mensile, e al termine del contratto potrai scegliere tra una rendita vitalizia e un capitale rivalutabile.

Il premio minimo della polizza è di 2,500 euro, Idea Valore capitale di Deutsche Bank può essere stipulata dai diciotto ai novant’anni.

A chi si rivolge la polizza ?

Idea Valore Capitale è indicata per chi non ama rischiare, una polizza rivolta ai piccoli e medi imprenditori e lavoratori autonomi.

La sottoscrizione della polizza avviene direttamente in banca ed il versamento dei premi con addebito automatico sul conto corrente.

Rendimento minimo garantito e altri Vantaggi

– Tasso d’interesse minimo del 2% ( al lordo di costi amministrativi ed imposte) valido per l’intera durata del contratto.

– Rendimento consolidato annualmente, la rendita cresce progressivamente e non è soggetta a diminuizione.

– Trasparenza, aggiornamenti annuali sul valore aggiunto dei tuoi investimenti

I requisiti per scegliere un’assicurazione

Come scegliere la giusta assicurazione auto, obbligatoria per tutti in base alla legge n.990 del 1969 che impone l’obbligo di risarcire eventuali danni cagionati a terzi? Come muoversi tra le offerte oggi a disposizione? La scelta necessita di tempo perché le tariffe delle compagnie assicurative sono tutte diverse e tutti offrono servizi differenti. Quindi è bene dedicarci il tempo sufficiente per confrontare le diverse compagnie tra di loro e valutare quale soddisfa le vostre esigenze reali. Non si tratta, infatti , solo di scegliere la compagnia che garantisce la tariffa più bassa sul mercato, quanto piuttosto quella che garantisce una migliore tariffa nel tempo, anche dopo il primo anno, quella che vi garantisca il corretto livello di bonus o quella per cui la franchigia sia fissata a una quota da voi accettabile. E ancora è fondamentale che l’assicurazione che avete scelto sia valida per tutta l’Europa, permettendovi di muovervi per il Vecchio Continente (per lavoro e per piacere) senza problemi.

Oltre all’assicurazione RCA obbligatoria è possibile aggiungere e integrare il vostro accordo con alcune garanzie accessorie, che possono essere molto utili. Tre queste, quelle più richieste coprono il furto e l’incendio (spesso assemblate in un’unica polizza) e l’assicurazione Kasco (che garantisce la copertura del mezzo in caso di sinistro con propria – totale o parziale – responsabilità).

E’ bene considerare che più che il criterio economico da prendere in considerazione è l‘affidabilità dell’assicurazione stessa: l’assicurazione è in un certo senso il compagno che vi guiderà durante tutti i vostri viaggi a bordo dell’auto e deve essere stipulata in modo tale che non esistano situazioni in cui voi automobilisti sarete lasciati soli. Prima di fare qualsiasi scelta, è dunque bene richiedere gratuitamente i preventivi a tutte le diverse compagnie assicurative e confrontare le specifiche dell’una e dell’altra, optando per quella che più rispecchia le vostre esigenze.

Assicurazioni online, c’è da fidarsi?

Alle soglie del 2012 per i giovani d’oggi è normale rivolgersi a internet per ogni cosa e la ricerca dell’assicurazione giusta non è da meno. Forse i vostri genitori storceranno il naso, abituati al rapporto face to face e scettici nei confronti dello strumento informatico. Eppure le assicurazioni on line sono una branca in notevole sviluppo con qualche pro e qualche contro rispetto alle tradizionali assicurazioni. E’ bene dunque includerle nella scelta e valutare se possano o meno fare al caso vostro. Senza ombra di dubbio il pregio più grande di stipulare una assicurazione auto online è quello della velocità: tutte le informazioni che desideri (preventivi, richieste, domande e persino l’acquisto) si possono fare comodamente inviando mail e consultando la pagina web. Internet è da sempre regina di celerità e in questo campo non si dimostra da meno. Ma a questo vantaggio se ne offrono altri: innanzitutto le assicurazioni online, complici minori costi di gestione e di struttura, offrono offerte economicamente più vantaggiose. In secondo luogo è possibile compilare i documenti e sottoscrivere il contratto assicurativo comodamente seduti da casa, con un clic: è questo infatti il segreto del successo del web.

Ma bisogna stare attenti: sebbene il mondo della Rete offra alternative allettati, è anche quello maggiormente sottoposto al rischio di truffe. Un pericolo che viene totalmente arginato qualora ci si appoggi a assicurazioni online che hanno alle loro spalle grossi gruppi la cui reputazione è nota e conosciuta. Le compagnie online che si appoggiano a altre compagnie reali, a istituti bancari o finanziari noti possono garantirvi uno dei requisiti in assoluto fondamentale per la vostra scelta, quello della sicurezza.

In ogni modo per aver maggiori certezze è anche possibile contattare l’ISVAP, ovvero l’Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni Private e di interesse collettivo che ha la funzione di organo di controllo in grado di garantire la trasparenza dei prodotti e tutelare l’interesse dell’assicurato. Così da arginare il rischio di truffe e spiacevoli inconvenienti.

Il rinnovo della polizza con o senza tacito accordo

Esistono due diverse modalità di rinnovo della polizza assicurativa che si differenziano per la presenza o meno di una clausola di rinnovo tacito.
Si parla di rinnovo della polizza con tacito accordo quando il contratto prevede il rinnovo in automatico alla sua scadenza. Vale pertanto la regola del silenzio assenso. Generalmente le compagnie assicurative inviano circa 30 giorni prima della scadenza dell’assicurazione un documento riepilogativo contentente l’attestato di rischio, gli eventuali incidenti avuti nel corso dell’anno e il premio da pagare.

Qualora si voglia evitare che la polizza si rinnovi automaticamente sarà necessario intervenire prima della scadenza della propria assicurazione, circa 15 giorni prima. Se invece si vuole rinnovarla non sarà necessario fare niente se non pagare l’ammontare del premio indicato nella documentazione inviata.
Nel caso in cui non sia presente la clausola di tacito accordo, come spesso accade nel caso di contratti stipulati con compagnie online, è necessario intervenire in prima persona per il rinnovo della polizza.
Si dovranno, pertanto, seguire le procedure e compilare tutti i documenti previsti dalla compagnia assicurativa. Questa tipologia di rinnovo della polizza presenta il vantaggio di avere la possibilità di decidere di non rinnovare il contratto anche l’ultimo giorno prima della scadenza. Tuttavia, presenta anche il rischio di rimanere scoperti dalla copertura assicurativa in caso di dimenticanza.

Assicurazione auto: RC auto e le altre tipologie di assicurazione

Esistono diverse tipologie di assicurazione auto che offrono tutela su diversi aspetti e problematiche che potrai incontrare nella tua vita da “pilota”.

In primis, bisogna distinguere tra polizze obbligatorie e facoltative. La legge italiana prevede l’obbligatorietà dell’assicurazione RC Auto, ovvero l’assicurazione di responsabilità civile senza la quale è illegale circolare con un veicolo a motore, pertanto non solo automobili, ma anche motocicli, camion ect.

La polizza stipulata tra la compagnia che la fornisce e l’assicurato protegge quest ultimo dai danni causati a terze parti in caso di incidente, provvedendo al risarcimento della terza parte danneggiata. A fronte del pagamento della rca, il cosiddetto premio, da parte dell’assicurato, la compagnia si assume le conseguenze economiche derivanti dalla responsabilità civile del medesimo in caso d’incidente. Non stipulare questa tipologia di assicurazione auto è estremamente rischioso: non solo si rischiano sanzioni e il ritiro del proprio veicolo, ma in caso di incidente si dovranno risarcire tutti i danni, particolarmente elevati nel caso in cui si siano causate lesioni fisiche.

Oltre a questa tipologia di assicurazione, esistono altre polizze non obbligatorie, le cosiddette garanzie accessorie. Tra queste le più famose sono l’assicurazione Kasko e la polizza furto e incendio.

La polizza Furto e incendio copre i danni derivanti da un tentativo di furto, da un furto o dalla distruzione del veicolo. L’assicurazione Kasko, invece, tutela dai danni effettuati al proprio veicolo non causati da terzi.

Che cos’è l’attestato di rischio di un’assicurazione per auto

Quando si stipula o si rinnova un’assicurazione per auto si sente spesso parlare di attestato di rischio e tabella sinistri.
Dunque che cos’è l’attestato di rischio? A cosa serve?
L’attestato di rischio è un documento che deve essere necessariamente incluso in una polizza assicurativa; si tratta di un documento che presenta il numero di sinistri (divisi in sinistri con responsabilità principale e sinistri con responsabilità paritaria) denunciati nel corso degli ultimi cinque anni da chi abbia sottoscritto un’assicurazione RC auto.
E’ la compagnia assicurativa che si occupa di rilasciare questo documento e di farlo avere al contraente.
L’attestato di rischio inviatovi dalla vostra compagnia assicurativa deve contenere obbligatoriamente le seguenti informazioni:

  • Il vostro nome (nome del contraente)
  • Il nome della compagnia (nome impresa assicuratrice)
  • Il numero con cui è identificata la polizza stipulata
  • La formula tariffaria scelta
  • La data di scadenza della polizza stipulata dal contraente
  • La firma dell’assicuratore per conto della compagnia

L’attestato di rischio ha validità per cinque anni (come stabilito dal decreto legislativo Bersani del 2007). Questo significa che il veicolo mantiene la stessa tabella dei sinistri per cinque anni e la stessa classe di merito acquisita. Scaduti i cinque anni di validità, il contraente della polizza viene assegnato alla classe di merito di ingresso stabilita dalla compagnia assicurativa scelta.

Il contrassegno di assicurazione per la tua auto

La legge italiana prevede l’obbligo dell’assicurazione della responsabilità civile (RCA).
Si tratta di un contratto, la polizza, stipulato con una compagnia assicurativa che tutela dai danni causati a terzi dal veicolo assicurato.

Il contrassegno di assicurazione, detto anche tagliando, è il documento che certifica che l’auto è assicurata per la responsabilità civile. Si tratta di un documento di dimensioni 80 mm x 76 mm e con un peso prestabilito che contiene la targa della macchina, i dati del proprietario del veicolo e gli estremi della polizza.

E’ obbligatorio esporre il contrassegno di assicurazione sul vetro anteriore o sul parabrezza dell’auto in modo tale che sia ben visibile e leggibile. La mancata esposizione del tagliando comporta una sanzione pecuniaria e nel caso di smarrimento del contrassegno è necessario effettuarne la denuncia presso i carabinieri in modo tale da ottenerne un duplicato dalla compagnia assicurativa.

Il meccanismo del bonus-malus nelle assicurazioni

Cos’è il sistema bonus malus?
Il bonus malus è un meccanismo che sfrutta dei parametri sul contraente della polizza assicurativa e sul veicolo assicurato per stabilire eventuali diminuzioni (i bonus) o maggiorazioni (i malus) del costo di un’assicurazione al momento del rinnovo.
La formula del bonus malus prevede per legge quindi la cosiddette classi di merito che sono in tutto diciotto e che appunto collocano il contraente della polizza in una fascia che determina poi i costi assicurativi. Ogni compagnia assicurativa può presentare poi delle particolari classi di merito e variazioni nel sistema bonus malus (che comunque viene poi sempre equiparato alle classi stabilite per legge).
I fattori alla base del sistema bonus-malus sono i seguenti:

  • Area geografica (in cui circola il veicolo)
  • Età del contraente della polizza di assicurazione
  • Tipo di veicolo assicurato
  • Numero e frequenza dei sinistri (incidenti)
  • Entità dei sinistri

Ogni volta che c’è il rinnovo dell’assicurazione quindi, si valutano questi parametri e se il contraente non ha avuto incidenti avrà diritto ad un bonus (sconto sul premio assicurativo) e ad un miglioramento della classe di merito. In caso contrario, ovviamente, scatta invece un rincaro del premio dovuto al malus, in caso di eventuali sinistri.

Assicurazione Autometrica di AXA

Autometrica di AXA è la polizza auto innovativa e conveniente in grado di far pagare al cliente soltanto i chilometri che ha realmente percorso senza per questo rinunciare ad una protezione completa ed efficace. Grazie alla moderna tecnologia satellitare GPS Autometrica è in grado di elaborare una tariffa personalizzata in base all’uso effettivo della propria auto. Inoltre, con la formula Full Optional, si hanno a disposizione una serie di servizi attivabili in tempo reale direttamente dalla propria auto, che viaggiano sempre con in compagnia del cliente garantendo una sicurezza 24 ore su 24.

Il dispositivo satellitare viene fornito gratuitamente con la polizza (si paga solo il canone di abbonamento ai servizi tecnologici) e viene montato e attivato sull’auto del cliente in poche ore da un centro specializzato autorizzato da AXA: l’apparecchio installato è in comodato gratuito e richiede solo il pagamento all’atto della stipula della Polizza, e di ogni scadenza annua successiva, di € 150,00 (IVA inclusa) per il collegamento alla Centrale Operativa per la formula “FULL OPTIONAL” (presenza della garanzia furto/incendio nel contratto RCA) che dà diritto ad avere, l’Assistenza stradale, la rilevazione della vettura in caso di furto ed al servizio Crash. Nel caso in cui non si volesse la copertura furto/incendio e quindi si optasse esclusivamente alla sola copertura RCA si aderirà alla formula “START” il costo del solo collegamento è di € 125,00 (IVA inclusa).

Autometrica è un progetto assolutamente innovativo perché affianca ad un sistema tariffario personalizzato una serie di servizi di assistenza al cliente e la protezione globale AXA. Il consumo viene calcolato in base ai chilometri realmente percorsi, in funzione del giorno (da lunedì a venerdì e fine settimana) e dell’area (extraurbana, urbana e ad alta densità di traffico). Il premio iniziale varia in base a due parametri: comune di residenza e chilometraggio annuo medio dichiarato dall’utente. In seguito la regolazione dipende dallo storico dell’anno precedente. Nel caso in cui, il chilometraggio effettivo dovesse essere superiore/inferiore a quello dichiarato non verrà applicata nessuna franchigia e il conguaglio/rimborso verrà effettuato a fine anno. Il premio sarà calcolato in base ad una componente fissa, equivalente al 35% del premio, e ad una variabile, corrispondente al 65%, in base alla percorrenza effettiva: non si può prevedere meno di 2.000 chilometri all’anno. Inoltre il GPS, ottimo sistema di antifurto, vi permetterà anche di otterrete un notevole risparmio sulle garanzie incendio e furto.