L’Assicurazione con lo Smartwatch

Un’interessante partnership si è aperta negli Stati Uniti tra la notissima azienda tecnologica Apple e la Compagnia Assicuratrice Aetna per quanto riguarda il ramo delle assicurazioni sanitarie. Ben sappiamo come negli USA la sanità sia di fatto in mano alle assicurazioni sanitarie che hanno in questo, di conseguenza un business enorme, inimmaginabile in un Paese come il nostro e con un bacino di utenza di circa trecento milioni di persone. La Compagnia Aetna conta circa 23 milioni di clienti e ha deciso di dotare i suoi clienti nel ramo dell’assicurazione sanitaria di un Apple Watch, l’orologio intelligente della Casa della … Continua a leggere...

Clausola vessatoria nelle polizze RCA

Si sta diffondendo tra diverse Compagnie assicurative l’abitudine di inserire nel contratto assicurativo relativo all’RCA una clausola che prevede una penalità per il cliente che invece di accettare il ricorso alla commissione di conciliazione paritetica decide di ricorrere alla Magistratura ordinaria. Secondo questa clausola il cliente che si rivolge alla Magistratura in caso di controversia è sottoposto ad una penalità di 580€. In verità questa clausola prevede anche uno sconto sulla polizza pari al 3,5% del premio. Alcuni clienti si sono opposti a tale clausola e si sono rivolti al Giudice di Pace di Salerno che ha sentenziato la nullità … Continua a leggere...

Tagliando assicurativo: c’è ancora confusione

La Legge non ammette ignoranza ma è molto difficile conoscere tutte le leggi che vengono aggiornate frequentemente, probabilmente nemmeno gli Avvocati riescono a tenersi costantemente aggiornati su tutti i cambiamenti. Rispetto al tagliando assicurativo occorre fare ancora chiarezza: Dal 18 ottobre del 2015 non è più necessario esporre il tagliando dell’assicurazione sul parabrezza dell’auto a comprova della copertura assicurativa poiché le forze dell’ordine hanno la possibilità di verificare in tempo reale, connettendosi ai Data Base, se il veicolo è coperto da Assicurazione oppure no. La tecnologia è ottima ma potrebbe anche non funzionare; per questo motivo, seppure non vi sia … Continua a leggere...

RC Auto in Posta? Potrebbe accadere

La notizia è in qualche modo dirompente, sembra che Poste Italiane abbia commissionato uno studio di fattibilità rispetto alla vendita di Polizze RCA nei suoi Uffici Postali. Dirompente perché si è ben visto quello che è accaduto nel ramo Vita, quando Poste Italiane ha deciso di proporre questo prodotto tramite Posta Assicura: Poste Vita è rapidamente divenuta il principale riferimento, ha avuto la Leadership del settore. Il segreto sta non soltanto nella validità del prodotto ma anche nella presenza capillare degli Uffici Postali e nella considerazione che i prodotti di Poste Italiane sono garantiti da Casse e Prestiti, dallo Stato … Continua a leggere...

L’Assicurazione costa troppo? Che dici dei parcheggi?

Quanti giorni lavori all’anno? La media indica circa 160 giorni all’anno, al netto di festività, ferie, sabati e domeniche. Come ogni mattina saluti la tua famiglia, in stile pubblicità e sorridente e sereno parti con la tua auto per andare al lavoro. Spesso gli uffici sono in centro e parcheggiare non è facile, il primo impedimento della giornata se non si considera il traffico. E’ quasi inevitabile fare un abbonamento in un autosilos o in una rimes sa e qui iniziano i problemi. Il costo di un abbonamento per avere il tuo posto auto tranquillo e garantito varia molto da … Continua a leggere...

Gli uragani pesano sugli utili delle Assicurazioni

Ancora una volta ci dobbiamo occupare di danni dovuti ad eventi estremi, purtroppo. Partiamo da casa nostra, con il dramma di Livorno di questi giorni, in cui hanno perso la vita 7 persone ed un’ottava è ancora dispersa. Nel nostro Paese la penetrazione assicurativa per questo genere di copertura è ancora minima, per cui dal punto di vista del peso sulle assicurazioni, questo non è sensibile. Oltre oceano la situazione è parecchio diversa: negli USA la copertura assicurativa è abbastanza estesa e i danni provocati dagli uragani Harvey e Irma peseranno parecchio sulle casse delle Assicurazioni che, però, sono in … Continua a leggere...

Tecnologia contro i danni alle mele

Un particolare fungo minaccia le coltivazioni di mele, si chiama Ventura Inequalis e provoca la “Ticchiolatura” delle mele, la comparsa di macchie che mina la qualità del frutto fino all’impossibilità di commercializzazione. Questo fungo vede la sua massima attività in presenza di alte temperature e umidità sulle foglie dei meli, quindi trova le sue condizioni ideali in anni particolarmente caldi come il famigerato 2003, nel corso del quale in Trentino, Regione Principe per la coltivazione delle mele, questo problema ha determinato la perdita del 40% del raccolto. Si parla di danni enormi che possono generare anche rimborsi da parte delle … Continua a leggere...

Il Seggiolino Auto

Troppa gente ancora considera l’uso del seggiolino per i bambini un fastidioso obbligo di legge, una spesa in più, superflua e non lo usa per assicurare i bambini in modo che non riportino danni in caso di incidente. Le statistiche so no chiare: su 10 bambini che sono coinvolti in sinistri stradali, 9 si salvano proprio grazie al seggiolino. Questo deve essere di tipo omologato, ossia deve superare severi test di sicurezza prima che la sua vendita sia consentita ma non è ovunque uguale: al di fuori del territorio UE le norme in tanti Paesi sono meno stringenti con la … Continua a leggere...

Parte l’obbligo di assicurazione per Avvocati

Meno di un mese, questo è il Count Down per l’entrata in vigore dell’obbligo di assicurazione per gli avvocati. Si tratta di un obbligo di legge parecchio stringente in quanto è determinato che la copertura assicurativa sia uno dei requisiti per l’esercizio della professione forense. In pratica, se un avvocato non provvede a dotarsi di un’assicurazione, il passo successivo sarà la cancellazione o almeno la sospensione dall’Albo professionale che è la conditi o sine qua non per lavorare come avvocato. Il termine per adeguarsi a tale obbligo è l’11 ottobre prossimo. In realtà le coperture previste sono due: una per … Continua a leggere...

Nessun entusiasmo delle Assicurazioni per l’APE

Finalmente è ufficialmente partito l’APE, l’anticipo pensionistico deciso già dall’ex Premier Renzi e portato avanti da Gentiloni. Martedì il provvedimento è stato definitivamente approvato anche nell’attu azione. L’APE coinvolge nella sua realizzazione anche Banche e Assicurazioni; la sua attuazione, infatti, prevede che il lavoratore che decide di ritirarsi anticipatamente dal lavoro rispetto al dettato di legge, acceda ad una specie di mutuo bancario che copre la retribuzione tra il ritiro e la maturazione del diritto a percepire la vera pensione, restituendo da tale momento il finanziamento ricevuto in rate mensili per 20 anni. Ovviamente assicurativa sul capitale, ancora di più … Continua a leggere...