Polizza infortuni conducente detraibile

FAI SUBITO UN PREVENTIVO GRATUITO!


Sono molte le detrazioni che la Legge consente di operare in sede di dichiarazione dei redditi. Dallo scorso
anno puoi trovare anche il tuo 730 precompilato online, sul sito dell’Agenzia delle Entrate. E’ appena divenuto disponibile in questi giorni e potrai apporre le dovute modifiche, se queste sono necessarie, a partire
dal 2 maggio prossimo. Il bello è che se non ci sono modifiche da apportare, non hai necessità di conservare i documenti giustificativi delle detrazioni perché in questo caso l’Agenzia delle Entrate non farà alcun
controllo in merito. In fase di dichiarazione dei redditi puoi anche detrarre le spese per l’assicurazione
infortuni conducente, quella copertura assicurativa aggiuntiva che copre anche i tuoi danni personali in caso
di incidente.

FAI SUBITO UN PREVENTIVO GRATUITO!


Alcune cose le devi sapere: facciamo il caso in cui tu abbia sottoscritto una polizza che copre anche i danni che provocano una perdita dell’autosufficienza, il tetto massimo di detraibilità sarà pari a 1.291,14 Euro. Se, invece, hai sottoscritto una polizza per copertura semplice di danni al conducente e il caso di perdita della vita, il tetto detraibile è solo di 530 Euro. La detrazione prevista è pari al 19% e si calcola riducendo l’imponibile Irpef per la quota relativa alla detrazione possibile in relazione ai tetti riportati.

Leggi anche:  Come assicurare la tua Fiat Panda?

Devi prestare attenzione alla data di pagamento della polizza: andrà detratta sulla dichiarazione 730 di quest’anno solo se la polizza è stata pagata nel 2016, se, invece, il pagamento è avvenuto nel 2017, allora potrai detrarrla con la dichiarazione 2018. Se inserisci la detrazione nel 730 online dove non risultava o nel 730 ordinario, devi tenere la ricevuta di pagamento della polizza e il contratto d’assicurazione perché in questi casi l’Agenzia delle Entrate potrebbe procedere ad accertamenti e verifiche. Se decidi di avvalerti del 730
precompilato, sappi che per accedere hai bisogno del codice rilasciato dall’Agenzia delle Entrate oppure del
Pin dispositivo Inps o ancora lo Spid.

Lascia un commento