Porsche Boxster da assicurare? Preparatevi a un bel salasso

FAI SUBITO UN PREVENTIVO GRATUITO!


Una bella macchina, la Porsche Boxster, nulla da dire, costosa all’acquisto e da mantenere, però. Se la si acquista nuova, i soldi da tirare fuori dal portafoglio sono tanti ma si può trovare anche un buon usato spendendo sempre cifre di una certa importanza ma decisamente meno del nuovo. Come in tutte le cose, è bene diffidare di prezzi troppo bassi, nascondono facilmente dei problemi che non si evidenziano sul momento ma che chi vende conosce bene e certamente non li porta a nostra conoscenza. Il rischio è di risparmiare sull’acquisto e trovarsi successivamente con spese parecchio sensibili per sistemare i problemi che inficiano totalmente la convenienza del primo momento. Una volta acquistata, sia nella versione 2500cc che in quella 2700cc, si affacciano i costi di gestione: intanto il bollo, variabile da Regione a Regione ma considerabile intorno ai 500€ all’anno ma soprattutto l’assicurazione.

FAI SUBITO UN PREVENTIVO GRATUITO!


I costi sono estremamente variabili soprattutto in base alla classe di merito ma anche per area geografica. Considerando di assicurare la nostra Porsche Boxter potendo usufruire della classe di merito inferiore, si dovrebbe riuscire a rimanere intorno ai 1200/1300 Euro all’anno che quasi raddoppiano se si appartiene alla 14° classe. Il discorso dell’area geografica è una nota dolente: le differenze tra l’assicurazione fatta, per esempio a Bolzano oppure a Napoli, sono semplicemente mostruose, portando il costo che abbiamo considerato in prima classe di merito da circa 1200€ a oltre 2000, facilmente anche di più. Chi acquista questo tipo di auto, magari, non si spaventerà per cifre di questo genere, già prima dell’acquisto dovrebbe essere consapevole di ciò a cui va incontro, non può aspettarsi di avere tra le mani un simile veicolo con i costi di una semplice utilitaria.

Il proprietario di una Porsche Boxter, poi, sicuramente provvederà anche alla stipula di una garanzia accessoria di furto e incendio e anche di atti vandalici e anche qui arriva l’altra stangata, sempre ampiamente acuita dal luogo di residenza. Se già queste garanzie accessorie rappresentano un costo significativo in luoghi statisticamente tranquilli, altro è laddove esiste un forte rischio di furto o danneggiamenti, che porta i costi assicurativi alle stelle. In ogni caso, per cercare di contenere i costi, conviene assicurare il veicolo per il suo reale valore di mercato, non di più né di meno e aggiornare annualmente il valore assicurato, in modo da tenere al minimo possibile il costo pur continuando ad avere la giusta copertura.

Lascia un commento