Porte aperte della Cina agli investimenti esteri

FAI SUBITO UN PREVENTIVO GRATUITO!


Il Governo cinese ha deciso di fare ulteriori passi sulla via dell’apertura delle porte della sua economia ad investimenti da parte dell’imprenditoria straniera. Sarà più facile accedere al settore manifatturiero, minerario e dei servizi. Il Governo ha anche deciso di rimuovere le restrizioni sulla produzione di materiale nel settore ferroviario, nel comparto delle moto e dell’etanolo. Sul versante finanziario gli investitori stranieri potranno operare liberamente sulle banche, titoli, accounting,
auditing e assicurazioni. Proprio quest’ultimo settore può essere molto interessante per via dell’enorme potenziale del bacino d’utenza cinese, dove le assicurazioni hanno ancora, al momento attuale, una scarsa penetrazione.

Il poter operare sul settore assicurativo in Cina apre ungrande capitolo di sviluppo assicurativo di cui certamente molte compagnie approfitteranno per ampliare il proprio volume d’affari. Questo può essere anche un po’ un’ancora di salvezza per le assicurazioni, in quanto il Pil cinese in crescita, come anche l’inflazione, può portare a rendimenti
interessanti che non sono realizzabili altrove. Questo è valido ancora di più nel ramo vita che vede le assicurazioni in difficoltà proprio per la scarsità dei rendimenti relativi agli investimenti realizzati grazie alla raccolta premi.


Lascia un commento