Quanto costa un’assicurazione RCA per un’auto di 1900cc di cilindrata?

FAI SUBITO UN PREVENTIVO GRATUITO!


Acquistando un’auto facciamo un atto di auto gratificazione, ci mettiamo tra le mani il volante di un veicolo che ci piace, di cui andremo fieri, che piaccia oppure no agli altri. La scelta è estremamente ampia, in termini di stile, di estetica, di spazio e prestazioni; l’auto deve essere coerente con il nostro carattere, il nostro stile di guida ma anche con le esigenze di utilizzo quotidiano. La famiglia ha pure il suo peso nella scelta, dipendendo molto dalla composizione, dal numero di figli e dai tragitti che prevediamo di percorrere. Certamente, se affrontiamo spesso lunghi viaggi, una semplice utilitaria, più adatta a percorsi urbani o comunque limitati, non sarà la scelta migliore. Se vogliamo viaggiare comodi, senza problemi su lunghe percorrenze, un’auto più spaziosa, comoda e con una potenza che permetta quello spunto in più, sarà senz’altro la scelta più razionale. Il mercato offre ampie scelte su questo, anche con prezzi sensibilmente diversi tra le varie Case automobilistiche pur q fronte di prestazioni non molto dissimili.

FAI SUBITO UN PREVENTIVO GRATUITO!


Leggi anche:  Assicurazione auto partita iva

Oggi molte auto consentono di avere un’ottima potenza a disposizione anche con cilindrate contenute, grazie al progresso tecnico che fa in modo di aumentare il rendimento del propulsore e dell’intera meccanica, anche grazie a sistemi di controllo e autoregolazione elettronici, impensabili fino a pochi anni orsono. Molte vetture con cilindrata 1600cc hanno prestazioni davvero notevoli, decisamente superiori a vetture di qualche anno fa con cilindrata superiore. Di questo bisogna tenere conto nell’acquisto, perché, alla fine, una maggiore cilindrata porta con se anche un maggiore costo dell’assicurazione, seppure non così tanto sensibile. Chi sceglie un’auto, ad esempio, di 1900 di cilindrata, deve mettere in conto un costo assicurativo di almeno 670 Euro, inteso come riferito ad un uomo cinquantenne in prima classe di merito, in una città del nord.

Le assicurazioni studiano approfonditamente le statistiche secondo molti fattori diversi per formulare le proprie tariffe, nulla è lasciato al caso, così il costo indicato va preso con beneficio di inventario, come si dice. Troppi parametri possono variare moltissimo il costo, basti pensare alla differenza del costo d’assicurazione tra chi ha la fortuna geografica di abitare a Napoli che si traduce in una tragedia in campo assicurativo e un suo omologo che abita a Cuneo: la differenza di costo rischia di essere abissale, nell’ordine anche del 300%. Quando si acquista un’auto, quindi, sarebbe saggio considerare attentamente ogni aspetto economico relativo alla scelta, compreso il costo dell’assicurazione che si perpetua nel tempo.

Leggi anche:  Sinistro senza collisione: risarcimento diretto?

Leggi anche:

Lascia un commento