Risultati complessivi assicurazioni in peggioramento

FAI SUBITO UN PREVENTIVO GRATUITO!


Durante l’Assemblea dell’ANIA, l’associazione cui aderiscono la maggioranza delle Assicurazioni italiane, la Presidente Maria Bianca Farina ha tracciato il quadro complessivo delle Assicurazioni da cui risalta una riduzione dei risultati nel 2016. In particolare, analizzando la raccolta assicurativa relativa all’industria si deve registrare un calo dell’8,2% rispetto all’anno precedente. Sulle polizze RC auto, per il 5° periodo consecutivo si registra un calo della raccolta a parità di parco circolante, che significa una contrazione del costo medio delle polizze quantificato in 5,6%.


Questo riduce il divario rispetto ai premi medi in atto in Francia, Germania, Spagna e Regno Unito, dal precedente maggior costo italiano di 140 Euro a testa ad un Gap di 100 Euro, sempre significativo ma sensibilmente ridotto. Male anche la raccolta sul ramo vita con una vistosa riduzione sul 2015 dell’11%. La Presidente rapporta questa situazione alla ripresa economica ancora troppo modesta, ai tassi di interesse che la BCE sta mantenendo ai minimi e all’ampia volatilità dei mercati. Un occhio particolare per i giovani che soltanto nel 16% sono sottoscrittori di sistemi di previdenza integrativa, molto poco rispetto alla potenzialità. Farina indica come strada rispetto a quest’ultimo punto una sensibilizzazione delle famiglie sull’importanza di una maggiore integrazione tra previdenza pubblica e privata.


Lascia un commento