Salute e Assicurazioni

FAI SUBITO UN PREVENTIVO GRATUITO!


Gli italiani sono in buona salute? A giudicare dalle statistiche non si direbbe, dal momento che il 17,4% soffre di ipertensione, il 5,3% di diabete, il 3,9% di malattie cardiache. Questi numeri derivano da statistiche Istat e portano alla conclusione che solo considerando questi tre fattori oltre un italiano su quattro ha dei problemi ma la percentuale sale ulteriormente considerando anche altre patologie, che porta il totale a quasi un italiano su tre non in buona salute. Le lunghe liste d’attesa, i ticket e super ticket portano sempre più nostri connazionali a rivolgersi a strutture private per le diagnosi, gli esami di vario genere che potrebbero essere svolti nelle strutture pubbliche e che, invece, per i tempi e per i costi, infine vengono svolti privatamente. Il valore di tutto ciò si aggira intorno ai 37 miliardi di Euro all’anno.


La medicina preventiva potrebbe essere una valida via per ridurre questi numeri ma la spesa italiana per la prevenzione sanitaria è appena dello 0.5% della spesa sanitaria complessiva nel settore sanitario, contro una media UE del 3%. La spesa sanitaria che le famiglie affrontano privatamente, al di fuori delle strutture pubbliche finalizzata alla prevenzione è in crescita ma nonostante questo la spesa coperta da strumenti assicurativi è solo del 13,4% (dati Ivass), contro il 43% della Germania o il 65,8 della Francia. Emerge, così, la necessità di superare il limite delle polizze salute che prevedono solo interventi risarcitori in caso di malattia o infortunio per giungere ad un nuovo concetto che leghi il valore della prevenzione sanitaria alla polizza assicurativa attraverso vari interventi preventivi come la telemedicina, il telecontrollo e l’auto check up e su questo le Compagnie assicurative si stanno attrezzando.


Lascia un commento