Sette arresti a Catania: truffe alle Assicurazioni

FAI SUBITO UN PREVENTIVO GRATUITO!


La Polizia di Stato ha scoperto un giro di truffe alle assicurazioni attraverso falsi incidenti con richieste di risarcimenti non solo per danni materiali ma anche per presunte lesioni personali che sarebbero state conseguenza dei falsi incidenti. L’operazione “Road accident” della Polizia di Stato di Catania è partita dalla denuncia di due medici ospedalieri del pronto soccorso che si sarebbero rifiutati di “certificare” le lesioni denunciate da alcune persone che si sono rivolte alle loro cure come conseguenza di incidente stradale in quanto incompatibili con quanto denunciato. Per questo motivo i due medici hanno subito aggressioni e hanno denunciato il fatto alla Polizia. Quest’ultima ha accertato che dietro alle truffe c’era una vera organizzazione che otteneva risarcimenti anche grazie a false testimonianze e pressioni minacciose sui medici che con la loro dichiarazione estorta fornivano loro una prova del danno.

Oltre un milione di Euro il danno per le assicurazioni ma ora sette persone sono state assicurate alla giustizia, arrestate. Dobbiamo, comunque sempre usare il condizionale in quanto nessuno può essere considerato colpevole fino a sentenza definitiva, nemmeno queste sette persone arrestate e si resta, quindi, in attesa del processo che con ogni probabilità confermerà le accuse e comminerà le giuste pene se riconoscerà colpevoli gli imputati di questa ennesima truffa alla assicurazioni. Ricordiamo che il costo della RCA varia da provincia a provincia sulla base dell’indice di sinistrosità registrata e dei danni risarciti, quindi simili truffe non rappresentano solo un costo per le assicurazioni ma ricadono automaticamente sul costo delle polizze RC di tutti gli abitanti della Provincia, con danno per tutti i cittadini.


Lascia un commento