Tagliando assicurativo: c’è ancora confusione

FAI SUBITO UN PREVENTIVO GRATUITO!


La Legge non ammette ignoranza ma è molto difficile conoscere tutte le leggi che vengono aggiornate frequentemente, probabilmente nemmeno gli Avvocati riescono a tenersi costantemente aggiornati su tutti i cambiamenti. Rispetto al tagliando assicurativo occorre fare ancora chiarezza: Dal 18 ottobre del 2015 non è più necessario esporre il tagliando dell’assicurazione sul parabrezza dell’auto a comprova della copertura assicurativa poiché le forze dell’ordine hanno la possibilità di verificare in tempo reale, connettendosi ai Data Base, se il veicolo è coperto da Assicurazione oppure no. La tecnologia è ottima ma potrebbe anche non funzionare; per questo motivo, seppure non vi sia più l’obbligo di esporre il tagliando, è obbligatorio tenere in auto il certificato di Assicurazione, anche perché su questo documento sono presenti i dati da trascrivere sul CID in caso di incidente.

Se le Forze dell’ordine non hanno modo di verificare telematicamente, nell’occasione , la copertura assicurativa, richiederanno il certificato. Tenere questo documento in Auto è un obbligo che, se non osservato, viene sanzionato con una multa di 41 Euro e l’obbligo di produrre il certificato stesso entro un termine che verrà stabilito al controllo. A partire dell’1 settembre 2016, però, è accettata anche l’esibizione tramite lo Smartphone o il tablet e anche una semplice copia, non è necessario avere con se l’originale.


Lascia un commento