Troppe polizze vita dormienti, valore oltre 4 Miliardi

FAI SUBITO UN PREVENTIVO GRATUITO!


Il Presidente dell’Ivass, l’Istituto di vigilanza sulle assicurazioni, ha sollevato un problema che ha connotazioni di impatto sociale. Secondo quanto sostiene il Presidente Rossi, almeno 4 milioni di polizze vita sono inattive da 5 anni e anche più, pur contando anche soltanto 1000 Euro ciascuna come valore, ma facilmente è molto di più, si arriverebbe ad un valore immobile di 4 miliardi. Di tutte queste Polizze dormienti, 430 mila sono intestate ad ultra novantenni. Che fine hanno fatto tali polizze? Molte sicuramente sono intestate a persone decedute i cui eredi non sanno nemmeno dell’esistenza della Polizza, quindi non possono esigerne la liquidazione e le Assicurazioni, dal canto loro, non hanno possibilità di sapere se il sottoscrittore sia ancora in vita oppure no, perché per la legge sulla Privacy non hanno accesso all’Anagrafe Nazionale.

Queste polizze vanno in prescrizione dopo 10 anni di dormienza e confluiscono in un fondo controllato dal Tesoro dove restano ancora a disposizione per poter essere liquidate ma se nessuno le reclama vengono incassate dal Tesoro. Per ovviare a questi problemi le Assicurazioni da tempo premono affinché il legislatore metta in atto dovuti provvedimenti per consentire loro l’accesso all’Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente, per verificare l’esistenza in vita dei sottoscrittori e, eventualmente, contattare gli eredi, i beneficiari che spesso sono indicati in maniera generica come “gli aventi diritto”, quindi non rintracciabili.

Lascia un commento