Verificare la copertura assicurativa: come si fa?

FAI SUBITO UN PREVENTIVO GRATUITO!


Il Codice della Strada stabilisce con l’Art 193 che ogni veicolo che circoli senza copertura assicurativa è sottoposto a sanzione amministrativa di entità variabile da 841 a 3287 Euro e con il sequestro del veicolo. La sanzione può essere ridotta ad un quarto qualora il proprietario provveda alla riattivazione dell’assicurazione scaduta entro 15 giorni oppure alla demolizione del veicolo entro 30 giorni. Circolare con un veicolo non assicurato, perciò, espone a pesanti conseguenze ma la conseguenza ancora più gravosa è il caso di un incidente senza assicurazione. In questi casi ci si troverà a dover rispondere personalmente dei danni, sperando siano solo materiali, poiché in caso di danni personali, oltre ad essere rovinati economicamente per tutta la vita, esiste anche il rischio di conseguenze penali.


In Italia, secondo dati ANIA, l’Associazione Nazionale Istituti Assicurativi sarebbero addirittura 3,5 milioni i veicoli circolanti sulle strade italiane sprovvisti di assicurazione. Recentemente il legislatore ha determinato una maggiore severità e strettezza dei controlli, anche in modalità automatica attraverso le telecamere dei varchi delle Ztl delle nostre città, dei tutor su autostrade e tangenziali, supportati anche dai dati telematici provenienti in via obbligatoria dalle compagnie assicuratrici che devono fornire i data base dei veicoli assicurati, in modo che il confronto con la targa rilevata fornisce in immediatezza attraverso i computer il dato di copertura assicurativa o la sua assenza. Questo sistema informatico rappresenta un valido strumento di contrasto al fenomeno pericoloso della circolazione di veicoli senza assicurazione.

Anche il comune cittadino ha la possibilità di sapere se un veicolo si trova in condizione regolare con la copertura assicurativa o, al contrario, ne è sprovvisto. Una semplice e gratuita App su Android lo consente inserendo semplicemente la targa del veicolo ma se si vogliono avere informazioni più “istituzionali”, le si possono reperire anche attraverso l’ANIA. In realtà, dal 01/01/2013, tutte le richieste relative alla copertura assicurativa dei veicoli che pervengono ad ANIA, vengono girate a CONSAP SpA che gestisce gli archivi informatici. Il mezzo per reperire questa informazione, quindi, è collegarsi al sito di questa società: centro info@consap.it. Se, invece, si ha il dubbio che il veicolo su cui è focalizzato il nostro interesse sia rubato, l’informazione è reperibile presso il Ministero dei Trasporti. Queste di cui abbiamo parlato sono informazioni particolari ma può accadere di avere dubbi sulla correttezza della Compagnia assicuratrice, si

sentono anche casi di truffe in questo senso, e in questi casi avere un’informazione in più non fa male.


Lascia un commento